Tottenham-Fiorentina: crocevia stagionale al White Hart Lane

Si riparte dall'1-1 del Franchi: la Fiorentina vuole bissare l'impresa di un anno fa, il Tottenham cerca vendetta senza gli infortunati Kane e Dembelé.

Fiorentina

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Notte d'Europa League, l'ennesima tappa cruciale di una stagione entusiasmante. Sia per il giovane e ambizioso Tottenham, secondo in Premier League a due punti dal Leicester capolista, che per la Fiorentina, terza in campionato e capace di sfornare prestazioni sempre più convincenti. Al White Hart Lane si riparte dall'1-1 del Franchi targato Chadli (su rigore) e Bernardeschi, un risultato che ha lasciato completamento aperto il discorso qualificazione. Un anno fa, dopo l'1-1 di Londra, i viola fecero l'impresa vincendo 2-0 in casa: si giocavano sempre i sedicesimi di finale. 

Qui Tottenham

C'è un dogma che tutti gli allenatori ripetono ossessivamente: mai parlare degli assenti. Giusto, giustissimo. Ma ci sono delle rare eccezioni, Harry Kane è una di queste. L'attaccante inglese si è rotto il naso domenica scorsa durante il match perso contro il Crystal Palace che è costato agli Spurs l'eliminazione dall'FA Cup, per la prima volta in stagione non siederà nemmeno in panchina. In settimana si è operato, il suo forfait va ad aggiungersi a quello di Moussa Dembelé, anche lui infortunato. 

Dovrà rimanere fermo per circa una decina di giorni a causa di un problema all'inguine

ha dichiarato in conferenza stampa il manager Mauricio Pochettino. Che poi è tornato sul precedente dello scorso anno.

Giocammo uno dei migliori primi tempi della stagione, poi nel secondo la Fiorentina migliorò e trovò il gol del pari. Ma questa volta sarà una partita diversa, hanno cambiato allenatore e giocatori. Sarà una gara difficile, dobbiamo dimostrare di aver imparato la lezione dello scorso anno. 

Pochettino non vuole assolutamente fallire l'accesso agli ottavi, perché se è vero che il suo Tottenham è una delle sorprese più liete della Premier League e mai come quest'anno può sognare il titolo, è altrettanto vero che un'altra eliminazione nel giro di pochi giorni - dopo quella dall'FA Cup - potrebbe minare all'improvviso certezze e convinzioni. L'argentino dovrebbe confermare il 4-2-3-1 con Chadli falso nueve pronto a consegnare il testimone a Son durante la partita. Tra i pali si rivede Lloris, Lamela potrebbe partire dal 1'.

Qui Fiorentina

Tutti a Londra, compreso lo squalificato Roncaglia e i fuori lista Tello e Koné. Paulo Sousa vuole che tutti si sentano parte del progetto Fiorentina, lo fa capire da questi dettagli che poi dettagli non sono. La semifinale raggiunta lo scorso anno va onorata, tutti hanno voglia di ripetere quella straordinaria cavalcata interrotta sul più bello dal Siviglia. L'Europa League potrebbe anche fungere da carburante per continuare a inseguire il terzo posto, un obiettivo che a inizio stagione sembrava lontanissimo. E che invece oggi è alla portata dei viola. Merito in primis di Paulo Sousa, artefice di quest'annata da applausi. 

ll Tottenham ha una mentalità per vincere tutte le partite - ha esordito il tecnico portoghese in conferenza stampa - Pochettino è così, lo dicono anche le sue radici. Noi stiamo bene, ci vorrà grandissima intensità. Credo che in questo momento il Tottenham sia fra le cinque migliori squadre europee: fisicamente, tatticamente e mentalmente. E sono pure i giovani. A Firenze i numeri hanno detto che c'è stato un certo equilibrio. Dobbiamo giocare al massimo, sarà una battaglia

Se battaglia sarà, serviranno le armi migliori. A partire da Nikola Kalinic, che contro l'Atalanta ha ritrovato il gol. Dietro all'ex Dnipro, nel 3-4-2-1, dovrebbero agire Ilicic e Borja Valero, con Bernardeschi, Vecino, Badelj e Alonso a formare la linea mediana. Sarà una Fiorentina alla ricerca del gol, aggressiva e vogliosa di conquistare la vittoria. Sarebbe la 300esima dell'era Della Valle

Probabili formazioni

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Alderweireld, Wimmer, Davies; Mason, Dier; Eriksen, Alli, Lamela; Chadli. 

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Vecino, Badelj, Alonso; Ilicic, Borja Valero; Kalinic. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.