Il West Ham ipoteca i quarti di FA Cup: Blackburn battuto 1-5

Gli Hammers si assicurano il passaggio del turno grazie a una grande prestazione. Il Blackburn Rovers passa in vantaggio, ma poi cede sotto i colpi di Payet e compagni

158 condivisioni 7 commenti

di - | aggiornato

Share

L'FA Cup continua a regalare grandi emozioni ai tifosi del West Ham che dopo la vittoria nei supplementari contro il Liverpool, elimina il Blackburn Rovers con un sonoro 1-5. Dopo l'iniziale svantaggio, gli uomini di Bilic recuperano il risultato grazie alle giocate di Payet ed Emenike e portano a casa una vittoria che li proietta verso il sogno chiamato Wembley.

La cronaca della partita

Inizio del match piuttosto equilibrato o quantomeno difficoltoso per gli Hammers. Il Blackburn non ha nulla da perdere e gioca con sicurezza. Al 20' Marshall riceve palla al limite e calcia di sinistro: il pallone si insacca a fil di palo battendo Randolph. 1-0. Al 26' arriva la reazione ospite: Moses prende palla a centrocampo e galoppa verso l'area avversaria. Calcia da circa 20 metri e una papera del portiere permette al West Ham di pareggiare. 1-1. Passano altri dieci minuti e comincia lo show di Payet: l'ex Marsiglia calcia una punizione da circa 25 metri e insacca la rete dell'1-2. 

La ripresa

Il secondo tempo vede un abbozzo di reazione da parte dei padroni di casa che però al 56' rimangono in 10: Taylor sgambetta Moses lanciato in contropiede e si vede mostrare il secondo giallo. Come se non bastasse al 64' ecco il gol dell'1-3 degli Hammers: Emenike appoggia in rete un pallone servitogli perfettamente da Kouyate a pochi passi dalla porta. Proprio quest'ultimo rischia di riaprire la partita quando atterra un avversario lanciato a rete: l'arbitro gli mostra il rosso diretto per aver interrotto una chiara occasione da gol. 

Dalla successiva punizione ne esce un nulla di fatto. Il West Ham si riorganizza e all'85' chiude definitivamente i conti: palla superlativa di Payet per Emenike che solo davanti al portiere, lo salta con un doppio passo e appoggia in rete la sua personale doppietta. 1-4. A tempo scaduto, lezione di calcio di Payet che prende palla sulla trequarti, salta 3-4 avversari e batte il portiere per il definitivo 1-5.

Buono l'esordio da titolare per Emenike che oltre alla doppietta, colpisce un palo e crea diverse volte i presupposti per una tripletta. Sono finiti invece gli aggettivi per Payet: anche oggi protagonista assoluto con due gol e un assist. Slaven Bilic non può proprio fare a meno di lui. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.