Inter-Samp: Mancini ha bisogno dei tre punti, ma Montella non può sbagliare

I nerazzurri hanno totalizzato solo nove punti nelle ultime otto partite, passando dal primo al quinto posto, mentre i blucerchiati devono guardarsi dal ritorno del Frosinone.

Icardi

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Fra Inter e Sampdoria, che saranno di fronte stasera al Meazza alle 20.45, ci sono 20 punti di distacco, ma il risultato è tutt'altro che scontato. I nerazzurri, che pure avevano cominciato bene il 2016 andando a vincere sul non facile campo dell'Empoli, sono in crisi di risultati e anche di gioco. Dopo aver espugnato il Castellani, infatti, gli uomini di Mancini hanno vinto soltanto col Chievo, 1-0 casalingo, hanno perso con Sassuolo, Milan e Fiorentina e raccolto tre pareggi contro Atalanta, Carpi e Verona. Preoccupa la difesa, perforata 11 volte in queste sette partite, dopo che aveva subito altrettante reti nei precedenti 18 match. Ma preoccupa non di meno l'attacco, abulico e improduttivo, andato a segno nello stesso periodo con una media di un gol a partita.

Mancini, un momento difficile con gli arbitri

Se Mancini piange, Montella non ride: l'ultima vittoria della sua squadra è datata 6 gennaio, 3-2 nel derby col Genoa. Da allora soltanto due pareggi, in casa, con Torino e Atalanta, e cinque sconfitte, che hanno portato a una classifica poco tranquillizzante: quartultimo posto con tre punti di vantaggio sul Frosinone terzultimo. Montella, che accoglie sollevato i rientri di Moisander e De Silvestri, ma deve ancora fare a meno di Sala, Carbonero, Diakitè e Pereira, non vuole sentir parlare di squadra in crisi, anzi vuole i tre punti

Stiamo giocando alla pari contro tutti, i ragazzi si stanno applicando duramente. Dobbiamo provare a vincere perché meritiamo più punti di quelli che abbiamo

Dal canto suo, Mancini non può schierare Medel, Telles e Kondogbia, squalificati dopo il match contro la Fiorentina, ma fa professione di ottimismo

Ci sono ancora tanti punti a disposizione, il terzo posto è sempre vicino. Dobbiamo vincere per uscire da questa situazione

Vincenzo Montella ha sostituito Walter Zenga a stagione in corso

Una curiosità: Inter e Sampdoria sono probabilmente le squadre che schierano il maggior numero di ex, incrementato dall'ultima finestra di mercato quando Eder ha traslocato in nerazzurro, mentre Dodò e Ranocchia hanno preso la strada di Genova. Oltre a loro, e allo stesso Mancini, ci sono Berni, Biabiany e Icardi nell'Inter, e Viviano, Silvestre, Palombo, Alvarez e Cassano nella Sampdoria. E a proposito di ex, stasera l'Inter dovrebbe ospitarne  due d'eccezione in tribuna: Ronaldo e José Mourinho, fresco, pare, di firma sul precontratto col Manchester United. I tifosi nerazzurri hanno un ottimo ricordo del portoghese e si augurano che non abbia in mente di dare anche un'occhiata a Icardi per la sua prossima stagione in Inghilterra.

Le probabili formazioni

Inter: Handanovic, D'Ambrosio, Murillo, Miranda, Nagatomo, Perisic, Melo, Gnoukouri, Palacio, Eder, Icardi. All. Mancini

Sampdoria: Viviano, Silvestre, Ranocchia, Cassani, De Silvestri, Soriano, Fernando, Dodò, Correa, Cassano, Muriel. All. Montella

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.