L'ex Pearson amaro: "Leicester campione, ma non sarò felice per tutti"

L'ex tecnico del Leicester, Nigel Pearson, pronostica il titolo per la squadra di Ranieri, ma non perde l'occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

L'ex tecnico del Leicester, Nigel Pearson

189 condivisioni 16 commenti 5 stelle

di

Share

Puoi essere sportivo, illuminato e di ampie vedute quanto vuoi, ma se ti accorgi che la tua ex se la passa molto meglio di prima, è difficile reprimere il disappunto - e diventa pressoché impossibile se a scaricarti è stata lei.

Succede la stessa cosa anche nel calcio, un buon esempio è l'intervista resa da Nigel Pearson al Times. Pearson, come si ricorderà, fu licenziato la scorsa estate dal Leicester, il club che sotto la sua gestione (2008-2015, con un anno di intervallo trascorso all'Hull City) è passato dalla League One a una salvezza tranquilla in Premier League, e che sotto la gestione di Claudio Ranieri è lì a giocarsi un titolo che avrebbe dell'incredibile. E Pearson, almeno inizialmente, abbozza:

Lo vinceranno. Molta gente non ha ancora realmente compreso cosa sta facendo il Leicester. Hanno qualche ottimo giocatore - Vardy è stato incredibile - ma è il collettivo la loro forza. Hanno saputo gestire la pressione straordinariamente bene anche l'anno scorso, e stanno facendo lo stesso in questa stagione. Non stanno a sentire quello che dicono gli altri. Buona fortuna, credo che ce la faranno

Ma il buon viso a cattivo gioco, alla fine, dura poco:

In ogni caso, sarei disonesto se dicessi che sarei felice per tutte le persone che lavorano nel club. Il Leicester si trova dove si trova perché sta vivendo una stagione fantastica e perché il loro allenatore ha gestito la squadra con abilità e intelligenza. Ma anche perché la squadra ha avuto qualcuno, in precedenza, che ha dato tutto e che ha preso decisioni difficili quando c'era il bisogno di prenderle. Io so il lavoro fondamentale che ho svolto per fare in modo che il Leicester si trovasse nella situazione attuale

Peraltro, non è certo la prima volta che qualcuno rende merito a Pearson per l'eccezionale campionato del Leicester. Lo scorso ottobre il tecnico del West Brom, Tony Pulis, evidenziò come Ranieri avesse beneficiato dell'ottimo lavoro del suo predecessore, e lo stesso ha fatto una delle stelle del Leicester, Riyad Mahrez, appena qualche giorno fa: 

Nigel è stato molto bravo con me, e anche lui ha dei meriti per ciò che stiamo facendo quest'anno. Lui ha portato la maggior parte dei giocatori in questa squadra, lui l'ha costruita, ma non è stato fortunato per poter portare avanti il lavoro

In effetti, è stato proprio Nigel Pearson a portare a Leicester i vari Mahrez, Vardy, Huth, Okazaki e Schmeichel, ed è giusto che gli vengano tributati i relativi onori. Diciamo che sarebbe più elegante lasciare che siano gli altri a farlo.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.