Serie A, 22esima giornata: al Milan il derby, vincono Juve e Napoli

Il Milan vince il derby contro l'Inter e si avvicina alla zona Champions. Juventus e Napoli strapazzano le loro avversarie, torna alla vittoria la Roma di Spalletti.

Alex esulta per il suo gol nel derby

99 condivisioni 3 commenti

di - | aggiornato

Share

CARPI – PALERMO 1-1

Ad aprire il turno di Serie A la sfida salvezza del Braglia tra Carpi e Palermo. Un punto che serve più ai rosanero che agli emiliani, che rimangono terzultimi in classifica a 19 punti e perdono l’occasione di accorciare sulla Sampdoria. Al bel gol di Gilardino risponde nella ripresa Mancosu su rigore. La squadra di Castori ottiene il quinto risultato utile, la salvezza è alla portata degli emiliani.

ATALANTA – SASSUOLO 1-1

Era la partita di Denis, l’ultima con la maglia nerazzurra. Il Tanque saluta Bergamo con un gol che permette all’Atalanta di recuperare l’iniziale vantaggio di Berardi. Con questa rete, l’argentino diventa il miglior marcatore straniero degli orobici, il terzo di sempre nella storia della Dea. L’Atalanta mantiene a distanza la zona retrocessione ma manca ancora l’appuntamento con la vittoria, assente da due mesi.

ROMA – FROSINONE 3-1

Spalletti trova la prima vittoria al ritorno sulla panchina della Roma nel derby contro il Frosinone. Nainggolan porta in vantaggio i suoi che però si fanno recuperare da Ciofani. Nella ripresa la magia del faraone El Shaarawy, alla prima con la maglia giallorossa e subito in gol. Chiude le marcature Pjanic su assist di Totti. I tre punti per la Roma mancavano dal 20 dicembre scorso.

CHIEVO VERONA – JUVENTUS 0-4

La Juventus liquida anche la pratica Chievo con un pokerissimo firmato dalla doppietta di Morata, la seconda in quattro giorni dopo quella in Coppa Italia contro l’Inter, e dalle reti di Alex Sandro e Pogba. Allegri ottiene così la dodicesima vittoria consecutiva ed eguaglia il record di Conte della stagione 2013-2014.

GENOA – FIORENTINA 0-0

Finisce in parità a Marassi tra Genoa e Fiorentina, che non si fanno male e si dividono la posta in palio. Risultato bugiardo per quello che si vede in campo, con le due squadre vicine al gol in diverse occasioni. Al 40’ viene espulso il tecnico Sousa per aver toccato il pallone prima che fosse uscito. Il punto guadagnato permette alla viola di staccare l’Inter al terzo posto. Quarto risultato utile per il Genoa, secondo pari di fila.

BOLOGNA – SAMPDORIA 3-2

Il Bologna si impone sulla Sampdoria e sale al decimo posto in classifica a quota 29 punti. Dopo le reti di Mounier e Donsah nel primo tempo, i felsinei si fanno rimontare da Muriel e Correa, fino al rigore decisivo procurato e trasformato da Mattia Destro. Per la Sampdoria di Montella si tratta della quarta sconfitta consecutiva.

NAPOLI – EMPOLI 5-1

Il Napoli risponde alla Juventus, vincente nel lunch match, e schiaccia l’Empoli con cinque reti. Grande prova degli azzurri che però vanno sotto con la punizione di Paredes deviata da Callejon, ma rimontano immediatamente con i soliti Higuain e Insigne. A inizio ripresa l’autogol di Camporese spiana la strada al Napoli che dilaga sul finale con la doppietta di Callejon. La squadra di Sarri non molla un colpo e si riprende la testa della classifica, sempre a +2 dalla Juventus.

UDINESE – LAZIO 0-0

Poco spettacolo e tanto nervosismo al Friuli tra Udinese e Lazio. La squadra di Pioli non riesce a trovare la rete nonostante la superiorità numerica per oltre un’ora di gioco, altra occasione buttata via per i biancocelesti, che comunque non perdono da due mesi. Dall’altra parte l’Udinese torna a fare punti e Colantuono salva la panchina.

TORINO – HELLAS VERONA 0-0

Il Torino non riesce a battere il fanalino Verona ed esce tra i fischi dell’Olimpico. Partita bloccata per novanta minuti, l’unica vera occasione capita sui piedi di Martinez al 92’ quando conclude fuori a porta vuota. Record negativo in Serie A per l’Hellas: con questo pareggio, sono 22 le partite senza vittorie, battuto il precedente record del Treviso della stagione 2005-2006.

MILAN – INTER 3-0

Il Milan si aggiudica il derby della madonnina con un netto 3-0. Dopo l’iniziale vantaggio di Alex, i nerazzurri sprecano un rigore con Icardi e vengono puniti dai gol di Bacca e Niang. Altro risultato utile per i rossoneri, che si portano a -6 dalla zona Champions League. Ancora sconfitta per l’Inter, dopo quella di Coppa Italia: la vittoria manca da 4 turni. Contestazione da parte dei tifosi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.