Da Coutinho a Lingard, ecco i cinque gol più belli della 12^ giornata

Il giovane Lingard ripaga la fiducia di Van Gaal, che lo aveva promosso dal primo minuto nel suo tridente d'attacco, mentre Kane si conferma cecchino infallibile

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Solo gol spettacolari nella Top 5 della 12^ giornata di Premier League: sugli scudi la stella emergente Jesse Lingard, promosso dal primo minuto da Van Gaal e autore della prima delle due reti con cui il Manchester United ha battuto West Bromwich, mentre al secondo posto si piazza il coetaneo argentino Manuel Lanzini del West Ham, al terzo centro stagionale in dieci partite.

Al quinto posto troviamo il brasiliano Coutinho, che al 41' sfrutta benissimo il tacco di Lallana, pescato in mezzo all'area da Clyne, e con un rasoterra millimetrico batte Hennessey per il momentaneo pareggio del Liverpool contro il Crystal Palace.

Quarta posizione per il solito Harry Kane (al sesto gol in quattro partite e al terzo contro i Gunners) che al 32', lanciato da Rose sul filo del fuorigioco, brucia in velocità la retroguardia dell'Arsenal e con una diagonale ad incrociare batte Cech, portando in vantaggio il Tottenham.

Sul podio c'è spazio per Marko Arnautovic, che al 53' firma la settima sconfitta in dodici gare di campionato del Chelsea con una splendida mezza rovesciata al volo di destro dal centro dell'area, al termine di un'azione manovrata, che centra l'angolino alla sinistra di Begovic e dà la vittoria allo Stoke, sempre più bestia nera dei Blues in questa stagione.

Piazza d'onore per il capolavoro balistico di Manuel Lanzini, il gioiellino argentino arrivato dal River Plate, che al 30' porta in vantaggio il West Ham sull'Everton con un pallonetto a giro da poco dentro l'area che s'infila sul palo più lontano di Howard

Al primo posto riflettori puntati sul giovane esterno inglese Jesse Lingard, lanciato nella mischia dal primo minuto da Van Gaal contro West Bromwich, che al 52' sblocca una partita che stava diventando complicata per il Manchester United: da antologia il suo tocco di destro che, con precisione millimetrica quasi fosse un colpo da biliardo, non lascia scampo al portiere ospite Myhill.

 

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.