Slaven Bilic: "Il KO delle inglesi in Europa non deve stupire"

Sabato alle 18.30 il West Ham affronterà a Manchester il City capolista. "Avrei preferito che avessero vinto contro la Juventus: adesso vorranno rispondere subito con i fatti"

0 condivisioni 0 commenti

Share

La prima giornata di Champions League ha rimescolato le carte anche in Premier League: il Chelsea è l'unica inglese che può sorridere, l'Arsenal ha mostrato la sua patologica fragilità contro la Dinamo Zagabria, il Manchester United è tornato da Eindhoven con una sconfitta.

Anche il Manchester City, fino a questo momento impeccabile, si è reso conto suo malgrado che in Europa i valori sono diversi e che una Juventus a secco di vittorie in Serie A, può uscire dall'Ethiad con tre punti.

Chi non è stupito più di tanto da questa debacle del calcio inglese in Europa, è Slaven Bilic, 9 punti con il West Ham in questo inizio di stagione in Premier League, e un'eliminazione contro i rumeni dell'Astra, nei preliminari di Europa League lo scorso agosto.

"Perché ci si stupisce tanto se il Manchester United perde una partita contro il PSV? Lo United è più forte, e di certo puntavano a qualcosa di più di una sconfitta, ma sono tante le squadre che hanno perso con il PSV. Sono stati campioni d'Europa dieci anni fa [in realtà 17 ndR]".


Continua Bilic in conferenza stampa: "Non è uno scandalo. Puoi perdere anche a Zagabria, ovviamente è una grande sorpresa, tutti in Croazia sono sorpresi. Ma può succedere. Giocano bene, la squadra è buona e imbattuta da 41 partite, o qualcosa del genere. Probabilmente per voi è stato incredibile che il Besiktas abbia eliminato il Liverpool l'anno scorso, per me no. Una piccola sorpresa forse, ma noi abbiamo lavorato per quell'obiettivo, per far sì che si potesse realizzare".

Tutto può succedere, dunque. Anche che il West Ham domani dia del filo da torcere al Manchester City. 

"Avrei preferito che avessero vinto contro la Juventus: ora avranno il desiderio di rispondere subito con i fatti. Non possono sentirsi meno fiduciosi nei loro mezzi: hanno giocato bene e c'è da tener conto che di fronte avevano la Juventus, una squadra che non più di qualche mese fa è arrivata in finale di Champions. Non hanno meritato di perdere: non hanno giocato al meglio, ma potevano prendere almeno un punto. Il City ha avuto un paio di occasioni per fare il 2-0 ma non lo ha fatto. Ora vorranno rifarsi immediatamente".

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.