Arsene Wenger prima del Chelsea: "Mi interessa solo la gara"

Nessuna polemica con Mourinho, in attacco dubbio tra Walcott e Giroud

0 condivisioni 0 commenti

Share

Consueta conferenza pre-match in casa Arsenal, ma quella di domani non è una partita come le altre: si va a Stamford Bridge, di fronte c’è il Chelsea di Mourinho

Si parte dalla formazione in campo, Arsene Wenger è ancora indeciso su chi schierare in attacco tra Theo Walcott e Olivier Giroud.

"Al momento posso solo dire che è una decisione che prenderò domani mattina. Voglio provare una soluzione che ci dia maggiore efficienza in attacco. Ogni gara è diversa e per questo non escludo del tutto l’impiego di Walcott. Sono felice che abbia segnato così tanto nei primi minuti, dimostra come sia motivato quando in campo, ma può segnare sempre come ha fatto vedere anche a Zagabria”. 

La buona notizia è il ritorno di Per Mertesacker

Ha tantissima classe in campo e fuori” spiega Wenger. “Un ragazzo sempre rispettoso, anche negli spogliatoi, perché è sempre concentrato e fa ogni cosa in funziona della squadra. Ogni giorno lavora al 100%: qualità tipicamente tedesche, ma ancora di più nel caso di Mertesacker”. 

Le domande dei giornalisti si spostano sull’avversario, quel Chelsa di Mourinho bestia nera di Wenger per molto tempo, fino alla sfida in Community Shield del 2 agosto scorso.

Quel che più m’importa è che l’Arsenal vinca. A volte può crearsi un blocco mentale per i giocatori o la squadra quando non riesci a vincere contro un certo avversario. Per quello è stato importante vincere quella partita. In partite del genere mi aspetto sempre un ritmo alto e tanta concentrazione”.

Per noi è un match importante. Non bisogna dimenticare però che siamo all’inizio della stagione e che sono state giocate solo 5 partite. Sappiamo bene che molto dipende da queste gare. Non mi importa molto su che posizione occupi il Chelsea in questo momento. Sono concentrato sul fare bene”. 

E con Jose Mourinho come andrà?

Non ho nessun rapporto speciale con i miei colleghi, l'unica cosa che mi interessa è la nostra gara. Rispetto tutti ma la mia attenzione va al calcio, tutto il resto non mi interessa. La gente viene allo stadio per vedere una partita, il resto passa in secondo piano". 

La volontà di non alimentare polemiche almeno prima della gara, sta tutta nella risposta a un giornalista che chiedeva se avrebbe o meno stretto la mano allo Special One

"Non mi interessa parlare di queste cose. Non ho null'altro da dire".

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.