IAAF Diamond a Stoccolma: Fassinotti e Tamberi sfidano ancora Barshim

Le principali sfide dei salti e dei lanci del meeting di Stoccolma in onda su Fox Sports HD di giovedì 30 Luglio dalle 20.00

0 condivisioni 0 commenti

Share

Fassinotti e Tamberi stelle azzurre contro il meglio del mondo del salto in alto

Speciale gara del getto del peso nella cornice suggestiva dei giardini reali di Stoccolma

Asta femminile da finale mondiale con Kiryakopolou, Silva, Murer, Bengtsson e Spiegelburg

Ancora una volta il salto in alto italiano infiammerà la calda estate degli appassionati di atletica davanti agli schermi di Fox Sports HD. I co-primatisti italiani Marco Fassinotti e Gianmarco Tamberi si ritroveranno per la seconda volta in pedana allo Stadio Olimpico di Stoccolma dopo la storica doppietta italiana in Diamond League a Londra dove Fassinotti ha vinto con 2.31m precedendo Tamberi e Mutaz Barshim di tre cm sotto la pioggia.

Due giorni dopo Londra Fassinotti ha conquistato il secondo titolo italiano outdoor della sua carriera a Torino con 2.30m davanti alla famiglia e agli amici nella città dove è nato e cresciuto. Il ventiseienne torinese ha mancato di un nulla il record italiano alla quota di 2.35m. Lo Stadio Primo Nebiolo stava ormai esultando quando l’asticella orami superata è caduta dopo pochi secondi. L’azzurro avrà ancora due occasioni prima dei Mondiali di Pechino per battere il record italiano a Stoccolma Giovedì sera e a Eberstadt in un famoso meeting dedicato al solo salto in alto in programma Sabato.

“Dedico il titolo italiano alle tantissime persone che sono venute a vedermi a Torino e che hanno fatto sentire il loro affetto. Vivendo a Birmingham mi manca tanto la mia città. All’inizio ho sentito la pressione ma sono riuscito a divertirmi in pedana. A Torino ho scelto una progressione molto aggressiva con due soli salti a 2.24 e 2.30. Sono contento perché sto diventando un buon competitor come dicono gli inglesi ma ho commesso l’errore di staccare sotto l’asticella. Ho concordato con il mio tecnico Fuzz Ahmed di disputare due gare ravvicinate per gestire due competizioni a livello nervoso in vista dei Mondiali di Pechino dove dovrò affrontare le qualificazioni e la finale e voglio arrivare pronto”, ha detto Fassinotti.

L’azzurro è attualmente terzo in classifica nella Diamond Race con 6 punti alle spalle di Mutaz Barshim (10 punti) e Zhang Guowei (7 punti) e un nuovo piazzamento tra i primi tre dopo il secondo posto di Oslo e la vittoria di Londra potrebbero permettere al primatista italiano di giocarsi addirittura il successo nella Diamond Race nella Finale di Zurigo del 3 Settembre.

Mutaz Essa Barshim ha vinto le prime due gare a Shanghai con 2.38m e Eugene con 2.41m ma non è sembrato al meglio della condizione a Oslo, Parigi e Londra. Tuttavia il giovane campione del Qatar sarà lo stesso uno dei protagonisti più attesi per il forte legame con il paese scandinavo dovuto al suo allenatore Stanislav Szcyrba, svedese di origini polacche che ha seguito in passato il grande saltatore in alto Linus Thornblad.

“Voglio saltare molto in alto a Stoccolma. Ho un forte legame con la Svezia e ho trascorso molto tempo in questo meraviglioso paese. Amo gareggiare nello storico Stadio Olimpico”, ha detto Barshim.

Tamberi ha confermato la sua presenza dopo il piccolo problema al collo che gli ha impedito di partecipare ai Campionati Italiani.

Gli altri pretendenti ai primi posti saranno il canadese Derek Drouin, salito a 2.37 ai Giochi Panamericani di Toronto, il vice campione olimpico statunitense Erik Kynard (2.37 di personale stagionale ai Campionati statunitensi), il vice campione europeo di Zurigo 2014 Andiy Protsenko, arrivato a superare 2.40m lo scorso anno a Losanna), l’ex campione del mondo di Osaka 2007 Donald Thomas, secondo a Parigi, lo statunitense Jacorian Duffield (secondo ai Campionati statunitensi con 2.34) e Robbie Grabarz, bronzo olimpico a Londra e compagno di allenamenti di Fassinotti a Birmingham.

Getto del peso ai Giardini reaii:

Il programma del meeting si aprirà Mercoledì pomeriggio con il Big Shot, come viene chiamato il getto del peso femminile del meeting di Stoccolma che si svolgerà Mercoledì nella meravigliosa cornice dei Giardini reali di Stoccolma. Sarà una vera anticipazione dei prossimi Mondiali di Pechino con la leader mondiale stagionale Christina Schwanitz, campionessa europea a Zurigo 2014 con la maglia della Germania e vice iridata a Mosca 2013, la dominatrice delle ultime stagioni Valerie Adams, rimasta imbattuta per 56 gare fino alla sconfitta di Parigi ma alla ricerca della migliore condizione di forma dopo la doppia operazione al gomito e alla spalla e la statunitense Michelle Carter, vincitrice a Londra Sabato scorso davanti a Valerie Adams

Kiryakopoulou contro la stella emergente svedese Bengtsson

Un altro anticipo di Mondiale avverrà sulla pedana dell’asta femminile dove la dominatrice dela Diamond Race Nikoleta Kiryakopoulou, esponente della scuola greca dell’asta, inseguirà un altro successo dopo il 47.79 di Londra, anche se non avrà vita facile contro la brasiliana Fabiana Murer, diventata la prima astista del suo paese in grado di vincere un titolo mondiale in questa specialità grazie anche ai consigli tecnici del grande tecnico Vitaliy Petrov, la cubana Yarisley Silva, vice campionessa olimpica Londra tornata a grandi livelli con il successo ai Giochi Panamericani di Toronto con 4.85m, la tedesca Silke Spiegelburg (esponente di una grande famiglia di astisti e sorella del grande saltatore Richard Spiegelburg), vincitrice della Diamond League nel 2012 e nel 2013 e autrice di un bel successo in Coppa Europa a Cheboksary con 4.75. L’attenzione del pubblico locale sarà tutta per la giovane atleta svedese di madre brasiliana Angelica Bengtsson, che nel 2011 realizzò il record mondiale juniores indoor alla Globen Arena di Stoccolma con 4.60m. Bengtsson vanta una bacheca di titoli già molto ricca che annovera due ori mondiali juniores nel 2010 e nel 2012, il successo alle Olimpiadi Giovanili di Singapore 2010, la vittoria ai Mondiali allievi nel 2009 a Bressanone e le vittorie agli Europei Juniores 2011 e agli Europei Under 23 nel 2015.

Salto in lungo con Dendy, Rutherford e la stella locale Torneus

Un alto campione locale in gara a Stoccolma sarà Michel Torneus, atleta di madre congolese e padre svedese che ha vinto l’argento agli Europei Indoor di Goteborg 2013, si è laureato campione europeo indoor a Praga lo scorso Marzo e ha mancato di un cm il bronzo olimpico a Londra 2012. Lo svedese avrà un compito molto impegnativo contro l’astro nascente statunitense Marquis Dendy, campione nazionale a Eugene con un eccellente 8.68 ventoso e primo in Diamond League a Londra con 8.36m davanti al sudafricano Zarek Visser e al campione olimpico Greg Rutherford, anche loro presenti a Stoccolma.

Lancio del giavellotto femminile: Rivincita di Londra tra Spotakova e Palameika:

Il pubblico svedese ha sempre seguito con grande passione il lancio del giavellotto e anche quest’anno la tradizione continuerà grazie ad un cast di atlete in grado di offrire grande spettacolo come la campionessa olimpica e primatista mondiale Barbora Spotakova e la lettone Madara Palameika che si sfideranno a pochi giorni di distanza dal duello di Londra vinto dalla seconda per appena 1 centimetro (65.01m contro 65.00m). Attenzione anche alle tedesche Katarina Molitor, vincitrice al meeting di Lucerna con il personale di 66.40m. e alla campionessa europea di Barcellona 2010 Linda Stahl.

Triplo con l’imbattibile Ibarguen:

La colombiana Catherine Ibarguen, campionessa mondiale nel 2013 a Mosca, non conosce la parola sconfitta dalle Olimpiadi di Londra 2012 quando fu sconfitta per l’ultima volta dalla kazaka Olga Rypakova che ritroverà in pedana a Stoccolma. ibarguen ha superato per la seconda volta in questa stagione il muro dei 15 metri con l’aiuto del vento in occasione dei Giochi Panamericani. Rypakova ha vinto al meeting di Londra di Sabato con 14.33m

Nel disco maschile il favorito è il polacco Piotr Malachowski, che guida la Diamond Race con 13 punti davanti al connazionale Robert Urbaniek (10 punti) e al belga Philip Milanov, terzo con i 4 punti ottenuti grazie al successo nella tappa di Londra.


di Diego Sampaolo 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.