IAAF Diamond League: Bolt torna alla vittoria in 9”87

Doppietta azzurra nell’alto con Fassinotti e Tamberi

0 condivisioni 0 commenti

Share

Il fulmine giamaicano torna a vincere dopo un periodo difficile in 9”87 controvento

Storica doppietta azzurra con Fassinotti e Tamberi nel salto in alto

Mo Farah esalta i 60000 spettatori londinesi tre anni dopo i trionfi olimpici 


I 60000 spettatori del Queen Elisabeth II Olympic Stadium hanno festeggiato il grande ritorno di Usain Bolt che ha vinto in 9”87 sulla pista bagnata di Londra sul palcoscenico dove tre anni fa vinse tre medaglie d’oro olimpiche su 100 e 200 metri e staffetta 4x100.

E’ stata una grande gioia vedere tornare a grandi livelli la leggenda giamaicana che ha spazzato via tutti i dubbi sulla sua condizione firmando nel giro di un’ora due volte il tempo di 9”87 con vento contrario di -0.8 m/s in finale e di -1.2 m/s nella batteria. Nonostante la pioggia e una temperatura di 14°C tutt’altro che ideale per la velocità altri quattro velocisti sono stati in grado di scendere sotto i 10 secondi. Il regolarissimo Michael Rodgers ha sfiorato il record personale con 9”90 precedendo il giamaicano Kemar Bailey Cole (9”92 record personale), il britannico Chijindu Ujah (9”96 record personale eguagliato) e il primatista europeo Jimmy Vicaut (9”98).

Sono felice della partenza e anche gli ultimi 50 metri sono stati ottimi in batteria. In finale ho avuto una brutta partenza. Ho perso la mia concentrazione ma nel finale sono riuscito a recuperare. Non inseguivo un tempo specifico ma avrei potuto andare più forte con una partenza migliore. Ai Mondiali di Pechino tutto è possibile. Sto correndo velocemente in allenamento. Il mio allenatore è contento della mia tecnica ma devo ancora lavorare per arrivare pronto ai Mondiali".

Che notte azzurra nel salto in alto: Fassinotti vince davanti a Tamberi.

Non capita tutti i giorni di vedere due atleti italiani dominare sul palcoscenico del circuito dei Diamanti. E’ successo all’Olympic Stadium intitolato a Queen Elisabeth dove il ventiseienne torinese Marco Fassinotti ha conquistato il successo con 2.31m battendo il compagno di nazionale Gianmarco Tamberi detto Gimbo, secondo con 2.28m al primo tentativo. Come ha detto il telecronista di Fox Sports Nicola Roggero questa non è la classifica del Campionato Italiano ma della gara di Diamond League di Londra. il grande Mutaz Barshim si è dovuto inchinare ai due azzurri chiudendo al terzo posto con 2.28 al secondo tentativo davanti allo statunitense Erik Kynard e al britannico Robbie Grabarz, compagno di allenamenti di Fassinotti a Birmingham.

Fassinotti è stato autore di una gara perfetta superando tutte le misure (2.20, 2.24, 2.28 e 2.31) al primo tentativo prima di sbagliare tre prove alla quota del record italiano a 2.35m.

La sfida tra Fassinotti e Tamberi si rinnoverà Domenica sera alle 18.30 allo Stadio Primo Nebiolo di Torino per la conquista del titolo nazionale ai Campionati Italiani assoluti. Sarà un momento speciale per Fassinotti che nella sua città natale mosse i primi passi a 11 anni quando lesse un volantino promozionale del Cus Torino e iniziò sotto la guida della Professoressa Valeria Musso, che ora allena Stefano Sottile, laureatosi campione del mondo under 18 settimana scorsa a Cali in Colombia con la misura di 2.20.

Nella classifica della Diamond Race il piemontese è terzo con 6 punti grazie anche al secondo posto di Oslo. Guida Barshim con 10 punti davanti al cinese Zhang (7 punti)

Fassinotti è il secondo italiano capace di vincere una prova della Diamond League dopo Fabrizio Donato, che si impose nel salto triplo a Zurigo davanti a Christian Taylor nel 2012. Marco ha festeggiato il successo con il suo tecnico Fuzz Ahmed che lo segue dal Gennaio 2013 quando l’azzurro si trasferì a Birmingham.

Fassinotti e Tamberi gareggeranno anche a Stoccolma il 30 Luglio nell’ultimo meeting della Diamond League prima dei Mondiali di Pechino.

Farah trionfa sulla pista dei successi olimpici

Oltre a Bolt è sceso in pista Mo Farah, un altro eroe dei Giochi Olimpici di Londra dove vinse i titoli dei 5000 e dei 10000 metri. Tre anni dopo il londinese ha vinto i 3000 metri che hanno concluso la prima giornata dei Sainsbury Anniversary Games stabilendo con 7’34”66 la migliore prestazione mondiale dell’anno battendo il marocchino Othmane El Goumri (7’36”71).

Ho avuto un sostegno straordinario stasera. Questa vittoria significa molto per me perché è lo stadio dove la mia carriera è cambiata e dove mi sono laureato campione olimpico. Voglio continuare a vincere e divertirmi. A proposito della vittoria di Usain Bolt, voglio sottolineare che è una leggenda dello sport. E’ incredibile come riesca a continuare a vincere. Quando si ritirerà apprezzeremo la portata di quello che Usain ha fatto per il nostro sport”, ha detto Farah.

Stowers vola in 12”47 nei 100 ostacoli

Jasmine Stowers ha confermato il suo eccellente stato di forma vincendo in un eccellente 12”47 con vento contrario di -1.2 m/s precedendo nettamente la campionessa olimpica di Pechino 2008 e vincitrice della Diamond Race del 2014 Dawn Harper Nelson (12”64) e Brianna Rollins (12”65). Peccato non poter vedere la Stowers ai prossimi Mondiali dopo il quinto posto ai Campionati Statunitensi. La campionessa olimpica dell’eptathlon Jessica Ennis Hill è tornata ad esprimersi su eccellenti livelli classificandosi quinta in 12”79.

Hejnova conquista il secondo successo consecutivo sui 400 ostacoli femminili:

La campionessa mondiale Zuzana Hejnova ha conquistato il secondo successo consecutivo in questa stagione dopo il 53”76 di Parigi correndo sotto la pioggia in un eccellente 53”99 davanti alla statunitense Georganne Moline, seconda con il record stagionale di 54”26.

Hughes vince il secondo 200 stagionale in Diamond League

Il ventenne velocista britannico Zharnel Hughes si è aggiudicato la seconda gara in Diamond League dopo Losanna firmando un ottimo 20”05 con vento contrario (-1.4 m/s) battendo lo statunitense Dedric Dukes, grande talento uscito dall’inesauribile fucina delle gare universitarie americane, che ha ottenuto un buon 20”14. Grazie a questo successo Hughes ha preso il primo posto nella Diamond Race con 8 punti superando il sudafricano Anaso Jobodwana (20”20).

Richardson vince per tre centesimi su Martinot Lagarde

Jason Richardson sta tornando nelle condizioni di forma che lo portarono a vincere il titolo mondiale a Daegu 2011. Sotto la pioggia londinese l’ex campione del mondo under 18 dei 110 e dei 400 ostacoli ha avuto la meglio in 13”19 precedendo di tre centesimi il campione europeo indoor Pascal Martinot Lagarde con un forte vento contrario di -1.5 m/s.

Hastings vince i 400 metri femminili davanti a McCorory:

La statunitense Natasha Hastings, ex talento capace di vincere i titoli mondiali sia da allieva che da junior nel 2003 e nel 2004, si è aggiudicata la prima gara di corsa della serata sul giro di pista in 50”24 battendo la campionessa mondiale indoor Francena McCorory (50”67). Quarto posto per la beniamina di casa Christine Ohuruogu che nello stadio situato a pochi pass da casa sua ha fermato il cronometro in 51”00.

Staffetta 4x100 femminile:

La formazione statunitense composta da Jessica Young, Tiffany Townsend, Charonda Williams e Sanya Richards Ross ha conquistato il successo in 42”25 (record del meeting) precedendo l’Olanda (42”69) che annoverava in seconda corsia la campionessa europea dei 100 e dei 200 metri Dafne Schippers

Lancio del disco maschile:

Il belga Philp Milanov si è aggiudicato il lancio del disco che ha aperto la prima giornata con la misura di 65.14m davanti al polacco Robert Urbaniek (64.47m).

Salto triplo femminile:

La campionessa olimpica Olga Rypakova ha conquistato il primo posto con la misura di 14.33m al sesto tentativo.

La seconda giornata dei Sainsbury Anniversary Games di Londra andranno in onda Sabato 26 Luglio su Fox Sports HD dalle 16.


di Diego Sampaolo

           

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.