Jari-Matti Latvala e l'incidente in Polonia: "Volevo il podio"

Il finlandese torna sull'incidente nella prova finale che gli è costato il terzo posto in favore di Ott Tanak

0 condivisioni 0 commenti

Share

Jari-Matti Latvala è tornato a parlare dell’ultimo week-end di gara e dell’incidente che gli è costato il podio nel 72° Rally di Polonia. "Non ho idea del perché sia stato così difficile finire questo rally," ha detto il pilota a wrc.com. "Almeno questa volta grazie ad alcune riparazioni siamo riusciti ad arrivare alla fine".

Latvala ha ammesso che la causa dell'incidente sia stata una guida al limite, con l’intenzione di agguantare il podio: "ero a 1.1 secondi da Ott Tanak all’inizio dell’ultima prova. Sapevo che avrei dovuto dare il meglio di me se volevo batterlo. Così ho attaccato al massimo, ottimizzando tutti i punti di frenata e prendendo dei rischi rispetto al primo passaggio”.

"Tutto è andato molto bene fino a quando abbiamo raggiunto una curva a sinistra nella foresta. Sono arrivato troppo veloce, mi sono reso conto che non ce l’avrei fatta, così ho visto un piccolo spazio tra gli alberi e mi ci sono infilato, sperando di poter girare lì la macchina. Quando pensavo di potercela fare, ho colpito un albero”. 

"Abbiamo fatto manovra e siamo ripartiti, ma la temperatura del motore è salita immediatamente e abbiamo capito di aver danneggiato il radiatore. Abbiamo guidato per un chilometro fino al traguardo, prima di poter spegnere il motore".

Con 20,6 secondi persi da Tanak, e ancora 11 km da percorrere per arrivare a Mikolajki e portare a termine al gara. "Il radiatore si è spaccato in due ed era pieno di buchi, così abbiamo provato a sigillare tutto con una pasta che portiamo sempre in macchina," ha spiegato. "Ci sono voluti due tentativi per sigillare i fori abbastanza da poter trattenere l'acqua. Per fortuna avevamo ancora con noi alcune bottiglie. Alla fine ce l'abbiamo fatta".

Un’ulteriore penalità di quattro minuti per essere arrivati in ritardo al via, ha costretto Latvala al quinto posto, ma almeno qualche rapido check nella service area VW, ha permesso al finlandese di vedere il traguardo. “Volevo disperatamente salire sul podio. Purtroppo non è andata così. Alla fine, siamo comunque riconoscenti ai nostri meccanici, che ci hanno tenuti in gara".

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.