Aggressione ai giocatori del River Plate, SuperClasico sospeso

Al rientro in campo dopo l'intervallo, lanciate bombe al peperoncino e lacrimogeni verso i Millionarios

0 condivisioni 0 commenti

Share

• SuperClasico sospeso sullo 0-0 a fine primo tempo

• Giocatori del River Plate aggrediti nel tunnel prima di rientrare in campo

• Si va verso il recupero del secondo tempo in campo neutro


Fino all’intervallo, era stata una partita più o meno normale, per quanto normale possa essere un SuperClasico. 0-0 e 5 ammoniti, 4 per il Boca e 1 per il River.
Insomma, un risultato che avrebbe premiato il River dopo l’1-0 dell’andata, ma ancora assolutamente in discussione.
Il delirio accade, però, all’intervallo. Al rientro delle squadre i tifosi del Boca hanno teso un vero e proprio agguato ai giocatori del River lanciando nel tunnel che riportava in campo le squadre – probabilmente – più di una bomba al peperoncino.

Parliamo di agguato perché i giocatori del River hanno poi denunciato di essere stati richiamati prima dagli spogliatoi, quindi attirati in una trappola e colpiti.
I 4 Millionarios che hanno riportato le conseguenze più gravi sono stati Leo Ponzio (capitano), Funes Mori, Kranevitter e Vangioni.
Si vedono, nelle immagini, le ustioni provocate dalla bomba e per tutti e 4 è stato accertato dal medico della Conmebol che non potevano riprendere a giocare.

Impossibile, a questo punto, iniziare il secondo tempo normalmente.
Dopo un’ora e un quarto di teatrino in campo con vari delegati della Conmebol che cercavano di scaricare sull’arbitro la responsabilità di giocare la partita è stato deciso di sospendere il match anche perché il River si rifiutava di scendere in campo.

Aspettando le decisioni ufficiali, la sensazione è che si voglia giocare il secondo tempo domenica ma non alla Bombonera e a porte chiuse.

di Redazione FOXSports

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.