Jordon Ibe, un passaporto da cittadino del mondo..del calcio inglese

Protagonista delle ultime due partite del Liverpool, il 19enne dei Reds ha sorpreso tutti per la maturità dimostrata in campo

0 condivisioni 0 commenti

Share

• Jordon Ibe è nato l'8 dicembre 1995 a Bermondsey, a nord di Londra

• Dopo i prestiti a Birmingham e Derby, a gennaio è tornato a Liverpool voluto da Rodgers

• Nell'ultimo derby di Gerrard, Ibe, all'esordio dall'inizio, è stato il migliore in campo

Da Derby, in Championship, al Derby del Merseyside, per Jordon ibe il passo è stato breve. L’esterno classe ’95 del Liverpool ha mostrato in pochi giorni il suo passaporto da "cittadino del mondo..del calcio inglese". Dalla periferia al centro della Premier League, per lui fa poca differenza. Migliore in campo all’esordio dall’inizio nell’ultimo derby di Gerrard, della carriera di Stevie G il numero 33, quello che casualmente Ibe ha sulla schiena. Coincidenza numerica che svela però un passaggio di consegne. Il ragazzo del nord di Londra ha dimostrato di saper trasformare l’ansia che ti porta ad ogni partita in energia positiva.

Dal "trampolino di lancio per la sua carriera", come Brendan Rodgers ha definito la partita di Ibe a Goodison Park, alla conferma contro il Tottenham. Una maturità in campo che riflette concretamente la sua “brillante mente calcistica” per citare ancora il suo allenatore. In questo Liverpool, il 19enne è come se giocasse da anni: punta l’uomo, con discreti risultati, non ha mai paura di tirare, che la palla poi ce l’abbia sul destro o sul sinistro importa poco. Nella scala della personalità Ibe i gradini li ha già saliti tutti.

Il primo gol tra i professionisti il classe ‘95 lo segna a 15 anni in League one, la terza serie, ma a farlo conoscere ai tifosi Reds è un assist per Coutinho, nella sua prima partita da titolare, due stagioni fa, quando di anni comunque ne aveva solo 17. Era l’ultima giornata di campionato, da lì per lui cominciano i prestiti: prima a Birmingham, poi al Derby County, il ragazzo ha bisogno di maturare. A gennaio però torna a Liverpool, anche se, a vedere come balla con Sterling, da quello spogliatoio Ibe non sembra mai essersene andato.


Dalla periferia al centro della Premier League in pochi giorni, un timbro indelebile sul passaporto di Jordon Ibe.

 

Di Davide Bernardi

 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.