Dal 2017 la Toyota torna in WRC

È lo stesso presidente Akio Toyoda a dare l'annuncio presentando la livrea della Yaris WRC

0 condivisioni 0 commenti

Share

Il 30 gennaio la Toyota ha confermato il suo ritorno nel World Rally Championship a partire dal 2017. In una conferenza stampa tenutasi a Tokio, il presidente della Toyota Motor Corporation Akio Toyoda, ha presentato ufficialmente la livrea della Yaris WRC, mettendo così fine a mesi di speculazioni e rumors.
Il programma sarà gestito dalla divisione Toyota Motorsport (TMG) di Colonia, in Germania, che con la Yaris ha già portato a termine un programma preliminare di test in Europa su asfalto e ghiaia.
Il francese Eric Camilli, già alla guida di una Ford Fiesta nel WRC 2 nel Rally di Monte Carlo, è stato chiamato come primo junior driver per il progetto di sviluppo. Il ventisettenne sarà affiancato dall’ex Subaru Stéphane Sarrazin, ora pilota Toyota nel Campionato Endurance, e dall’otto volte campione finlandese Sebastian Lindholm. Lo stesso Toyoda si è detto impressionato da Lindholm dopo averlo visto all’opera la scorsa stagione al Neste Oil Rally in Finlandia.
“Proprio in quell’occasione molti appassionati mi hanno chiesto quando la Toyota sarebbe tornata in WRC, ricordandomi della storia del marchio in questa competizione, riempendomi di sorpresa e gratitudine”.
Continua poi Toyoda: “l’ultima apparizione nel WRC risale al 1999. Questo mi fa pensare che non possiamo parlare di un ritorno, ma forse di un nuovo inizio. Dobbiamo ripartire da zero e preparare con attenzione auto e piloti”.
Al momento infatti la Yaris è conforme alle normative vigenti, ma da qui al 2017 è lecito attendersi cambiamenti alle regolamentazioni tecniche. Negli anni Novanta la Toyota ha vinto negli quattro volte il titolo piloti e tre quello costruttori, con piloti leggendari come Carlos Sainz e Juaha Kankunnen. A questo proposito anche il direttore generale WRC, Oliver Ciesla, ha voluto dare il suo benvenuto alla Toyota. “La Toyota ha una storia ricca di successi negli sport motoristici, e in particolare nel mondo del rally. Siamo felici di accogliere in WRC uno dei giganti dell’industria automobilistica mondiale.” 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.