E se alla fine avesse avuto ragione Luis Enrique?

In venti giorni l'ex allenatore della Roma ha cambiato il presente e forse il futuro del Barcellona

0 condivisioni 0 commenti

Share

Dall’Atletico all’Atletico, Luis Enrique in venti giorni ha ribaltato il presente e forse il futuro del suo Barcellona. Dato sulla soglia di un esonero imminente appena venti giorni fa, colpevole in campo di una crisi che ha coinvolto tutto il mondo Barça, l’ex allenatore della Roma sembra aver messo d’accordo tutti.
Ha messo d’accordo in primis chi guarda la sua squadra. Compresa quella in Liga sui Colchoneros, sono 6 vittorie consecutive, con 21 gol segnati (in media 4 a partita) e appena 3 subiti (di cui 2 su rigore). Al di là delle cifre, questo Barcellona ha ritrovato la brillantezza intravista solo all’inizio della stagione scorsa, quando con il Tata Martino arrivarono 24 convincenti punti nelle prime 8 giornate di campionato.

Una salute fisica e mentale testimoniata dalle tre vittorie su tre contro quell’Atletico Madrid contro cui l’anno scorso i blaugrana si erano accartocciati. Ieri sera la fiammata di Torres dopo 40” di partita poteva ustionare una squadra, che invece ha assorbito la scottatura e risposto appena 7 minuti dopo, con Neymar. Il brasiliano vede giorno dopo giorno la propria maturità e i propri numeri crescere insieme, così come la sua leadership all’interno di un gruppo che pare aver definitivamente capito la sua importanza in campo: 21 gol (già 10 in più di quanto fatto in tutta la stagione scorsa) e 7 assist in 25 partite.

Luis Enrique sembra poi aver convinto Messi, che dopo diverse stagioni è tornato a giocare sulla destra, dove è più difficile arginarlo, dove può allargare al meglio le difese avversarie. Nella vittoria 3-2 al Calderòn, è parso lampante come questo Barcellona stia giocando spinto da una consapevolezza rinnovata. La consapevolezza della propria qualità, che per quanto scontato possa sembrare quando giochi con Messi, Neymar e Suarez, i catalani non avevano smarrito, ma dimenticato forse sì.

Venti giorni fa per molti era già l’ex allenatore del Barcellona, poi Luis Enrique ha riportato tutti i tasselli al loro posto, continuando a percorrere semplicemente la strada delle proprie convinzioni. E se alla fine avesse avuto ragione lui?

Di Davide Bernardi

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.