Real Madrid, ecco chi è Lucas Silva

Indosserà la maglia n° 16 del Real Madrid, ma Lucas Silva che giocatore è? Ce lo spiega Stefano Borghi

0 condivisioni 0 commenti

Share

• Lucas Silva arriva al Real Madrid dal Cruzeiro per circa 14 mln di euro

• Con il Cruzeiro Lucas Silva ha vinto 2 campionati

• Lucas Silva indosserà il numero 16


Che giocatore è Lucas Silva?

È il classico giocatore che in Brasile definiscono “volante” e in Spagna “mediocentro defensivo”, ovvero un mediano che lavora davanti alla difesa, con il compito di dare equilibrio alla squadra e far partire l'azione. Le sue caratteristiche sono molto adatte sia al gioco del Real Madrid che, più in generale, al tipo di calcio che si fa in Spagna. Ha buon dinamismo, ottima visione di gioco, eccellente capacità tecnica soprattutto nel lanciare lungo e anche una notevole dose di personalità, che lo porta a non aver problemi a prendersi delle responsabilità, cosa che ad esempio è mancata fin qui ad Illarramendi. Il basco è il giocatore che andrà a rimpiazzare (o comunque a superare) nelle gerarchie della rosa di Ancelotti. Oltretutto, Lucas Silva è uno abituato a giocare per vincere: nonostante stia per compiere 22 anni, ha già vinto da protagonista due campionati brasiliani e partecipato alla Copa Libertadores. Quando devi metterti una maglia come quella del Real, avere questo tipo di mentalità ed essere cresciuto con la pressione che accompagna la quotidianità delle squadre di vertice, può risultare un fattore decisivo nell'ambientamento.

 

Cosa può dare al Real?

Chiaramente non si può pensare che diventi immediatamente un protagonista nel Real Madrid, anche perché stiamo parlando di una squadra nella quale un campione del mondo come Khedira fa la riserva. Però Lucas Silva può essere un'acquisizione intelligente, perché porta un prototipo di giocatore nuovo nella rosa di Ancelotti, visto che per caratteristiche è diverso da tutti gli altri. Quello a cui assomiglia di più è proprio Illarramendi ed è chiaro come sia arrivato per rimediare alle mancanze del basco, quindi fondamentalmente quello che porta nell'immediato è un'alternativa, ma i ragionamenti da fare sul questo ragazzo sono prevalentemente, se non totalmente, da inquadrare in un'ottica futura.

 

In questo Real Madrid ci sta? Quanto potrà giocare?

In questo Real al momento non ci sta, ma non credo ci siano molti centrocampisti al mondo in grado di arrivare nel Real Madrid di oggi per essere subito titolari fissi. E' oltremodo chiaro come l'obiettivo sia quello di costruire un potenziale titolare per il futuro, tenendo però presente il fatto che stiamo parlando di un giocatore vero, con già quasi 100 partite da professionista e tre titoli in bacheca. Quanto possa giocare dipenderà soprattutto da come si chiuderà il mercato dei Blancos: se dovessero partire sia Khedira che Illarramendi, allora avrebbe buone prospettive di entrare nelle rotazioni di Ancelotti. Altrimenti, visto che il Real è già stato eliminato dalla Copa del Rey, potrebbe doversi accontentare di pochi scampoli. In ogni caso, in questa fase, la cosa più importante per lui è potersi allenare e ambientare senza grandi pressioni.


di Stefano Borghi

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.