Rally di Montecarlo: trionfa Ogier

25esima vittoria in carriera per il francese

0 condivisioni 0 commenti

Share

Buona la prima. Il mondiale rally 2015 si è infatti aperto con un'edizione molto combattuta e spettacolare del Rally di Montecarlo. La battaglia tra i due Séb ha reso infatti davvero appassionanti le prime due tappe della prova monegasca, con neve e verglas a farla da padrone sulle prove speciali delle Hautes Alpes. Loeb sulla Citroen Ds3 Wrc e Ogier sulla Volkswagen Polo Wrc hanno dato davvero spettacolo, poi però dopo la toccata di Loeb alla fine della seconda giornata, che è costata al nove volte campione del mondo la rottura della sospensione posteriore sinistra e dieci minuti di penalità, mettendolo fuori gioco per la vittoria finale, a salire in cattedra è stato uno scatenato Robert Kubica.

Il driver di Cracovia sulla Ford Fiesta Wrc dell'AStyle ha vinto ben quattro prove speciali, staccando con ampio margine tutti i big a Faye nella prova più lunga della gara, che misurava ben 51 km, grazie anche ai consigli dei tecnici della Pirelli. Ma poi il pilota polacco, già attardato da un problema elettrico patito nella prima tappa e da un’uscita di strada nella seconda, domenica nelle battute finali è uscito di strada nel penultimo crono del Turini, tra il fine prova ed il controllo stop per un problema ai freni, staccando le due ruote della parte destra della sua Ford Fiesta della AStyle. Un ritiro inglorioso dopo una bella corsa, in cui aveva dato ancora una volta un saggio del suo grande talento, che continua però a non essere accompagnato dai risultati che restano carenti. Un vero peccato, perché se c’è una gara che mette in luce le qualità di un pilota questa è proprio il Rally di Montecarlo, e Kubica ha dimostrato stavolta che di stoffa al volante di un’auto da rally ne ha davvero tanta. E così nonostante gli altri, soprattutto la Citroen con Loeb, abbiano provato a rompere il dominio Volkswagen, a vincere è stata ancora una volta lo squadrone tedesco.

Ogier ha così ottenuto una meritata vittoria, la 25a della sua carriera, che gli permette di raggiungere in questa speciale classifica un'icona della specialità, Colin Mc Rae. Ed addirittura la Volkswagen ha ottenuto una tripletta storica nel rally più famoso del mondo, imitando la Citroen che ci era riuscita nel 2003, la Lancia che riuscì nell'impresa nel 1989, e l'Audi che ipotecò il podio monegasco nel 1984. Ora i riflettori sono già puntati su Karlstad, sulle nevi del Varmland in Svezia si svolgerà infatti a metà febbraio la seconda prova del campionato del mondo. E gli specialisti nordici, vale a dire Latvala, Mikkelsen ed Ostberg sono già pronti a sfidare Ogier e a rendergli dura la vita. Il bicampione del mondo due anni fa regalò proprio in Svezia la prima vittoria iridata alla Volkswagen Polo, che l’hanno scorso vinse ancora la prova scandinava addirittura con una doppietta di Latvala e Mikkelsen. Insomma a priori, non c’è due senza tre dice il proverbio. Per sapere come finirà basterà domenica 15 febbraio alle ore 12 seguire la power stage trasmessa in diretta da FOX Sports 2. Più semplice di così…

di Marco Giordo

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.