Cellino lascia la presidenza del Leeds: la cronistoria

Ripercorriamo le tappe fondamentali della vicenda, da quando l’imprenditore sardo ha acquistato il club fino ad oggi

0 condivisioni 0 commenti

Share

• Era diventato presidente il 7 febbraio 2014

• Il primo dicembre 2014 la federazione inglese lo squalifica di nuovo fino al 10 aprile

• Il 23 gennaio 2015 Cellino lascia temporaneamente la presidenza del club

7 febbraio 2014L’annuncio ufficiale: Massimo Cellino è il nuovo presidente del Leeds, acquistato tramite la compagnia di famiglia Eleonora Sport LTD. L’acquisizione del club è però soggetta all’approvazione della Football League (la federazione che gestisce Championship, League 1 e League 2).

24 marzo 2014 – La Football League si oppone all’acquisto della squadra della squadra inglese da parte di Massimo Cellino a causa di una precedente condanna per evasione fiscale a carico dell’imprenditore sardo. Un reato che riguarda atti che potrebbero ragionevolmente essere considerati disonesti secondo la federazione inglese, che ha infatti la possibilità di impedire scalate societarie a soggetti dalla condotta morale considerata dubbia.

31 marzo 2014 – Cellino presenta subito ricorso presso una corte indipendente del Regno Unito, evidenziando il fatto che la giurisprudenza italiana ammette la presunzione d'innocenza sino all'ultimo grado di giudizio.

5 aprile 2014La corte accoglie il ricorso e Massimo Cellino può diventare presidente. La Football League però, rimane in allerta, nell’attesa della documentazione italiana del processo per evasione fiscale.

1 dicembre 2014La federazione inglese squalifica Cellino fino al 10 aprile dopo aver esaminato la documentazione italiana e lo invita a lasciare la presidenza del Leeds. Cellino presenta subito ricorso.

19 gennaio 2015 – Il ricorso viene respinto.

23 gennaio 2015 – Massimo Cellino lascia la temporaneamente presidenza del Leeds dopo meno di un anno, lasciando la carica al membro del board Andrew Umbers, con queste parole: “accetto la decisione della Football League di squalificarmi temporaneamente, ma sono pronto a tornare ad aprile. Ho fatto quello che era meglio per i tifosi e per la società, che ora è finanziariamente più robusta come non lo era da tempo. Non vedo l'ora di tornare".

di Redazione Fox Sports

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.