Il City ha ancora bisogno di Lampard, l'uomo dell'aggancio

L'inglese resterà fino alla fine dell'anno a Manchester, anche oggi è stato decisivo

0 condivisioni 0 commenti

Share

I grandi campioni fanno così. Mai banali, sempre affamati di vittorie, al momento di dire addio vogliono farlo in grande stile. Per questo Frank Lampard ha deciso di rimandare il suo passaggio a New York e restare al City fino a giugno,  perché prima di salutare per sempre la Premier, lui vuole vincerla ancora una volta, da protagonista. Ha capito di poterlo essere quando si è trovato di fronte a quei colori che per una vita sono stati suoi: un gol speciale che è stato in grado di far riemergere la sua innata voglia di vincere. È come se quel fuoco che anima i fuoriclasse, spentosi in lui dopo l’addio al Chelsea, fosse tornato a bruciare proprio nell'attimo più inaspettato. 

Anche oggi, quando il City ha avuto bisogno di una scossa, di un leader in grado di riportare sicurezza prima di tutto da un punto di vista psicologico, Lampard ha risposto presente e lo ha fatto con un gol dei suoi. A New York si dicono “oltraggiati” per la sua decisione. Ma lui ha in testa un unico obiettivo, alzare al cielo un’altra Premier prima di lasciare l’Inghilterra, perché i campioni conoscono un unico modo di dire addio.

di Edoardo Testoni

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.