Un passaggio su un altro pianeta

Luka Modric rinnova col Real fino al 2018. Si rafforza un centrocampo di qualità e quantità, che potrebbe di mandare in orbita i blancos

Real Madrid

0 condivisioni 0 commenti

Share

Luka Modric rinnova per altri quattro anni.

Sarà legato ai Galacticos fino al 2018, quando avrà quasi 33 anni; perché il croato è un classe 1985 e 1985 è proprio il numero di passaggi che ha totalizzato nell’ultima Liga, il migliore del Real Madrid. Quantità e qualità, visto che quasi il 90% di questa infinita serie di palle finisce tra i piedi di un compagno di squadra.  Meglio di Ramos, che gioca in altre zone di campo, meno soggette a pressing avversario, e meglio anche di Xabi Alonso, che si è fermato a 1705 passaggi (di cui 1501 riusciti).

Luka e Toni formano una coppia per cui l’errore sembra quasi non essere contemplato. Toni, per chi se lo chiedesse, è Kroos, alias mister 82 passaggi riusciti su 85 nella Supercoppa Europea. Il rischio, così, è quello di praticare un altro sport; di diventare di un altro pianeta.

Modric è al Real dall’estate 2012, quando Florentino Perez spese quasi  40 mln per acquistarlo dal Tottenham. È stato tra i protagonisti della vittoria della tanto bramata decima. La sua sintonia con la Champions, d’altronde, era evidente dal 5 marzo 2013: i Blancos erano quasi fuori contro il Manchester Utd, fino a che la palla calciata di interno destro da Modric ha baciato il palo ed è  finita in rete.

Ancelotti se ne è innamorato e  lo ha messo al centro del suo progetto tecnico da subito. Mezz’ala in un centrocampo a 3 o uomo davanti alla difesa in una linea a 2, poco importa: i palloni passano tutti dai suoi piedi. Certo lì in mezzo, vista anche la conferma di Di Maria e la presenza di Xabi Alonso (considerando anche lo stallo del caso-Khedira), rischiano di essere in troppi.  Tuttavia ci saranno tanti impegni stagionali e Ancelotti è tra i migliori nel gioco delle tre carte, ossia nel far ruotare gli uomini a diposizione senza creare malcontenti: quest’abbondanza rischia di diventare un meraviglioso problema.

 

Di Redazione Fox Sports

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.