Il giovane Siviglia può stupire

Costretta a cedere Rakitic e Alberto Moreno, la società ha deciso di puntare su giovani di talento pronti a stupire

0 condivisioni 0 commenti

| aggiornato

Share

Never say never. Il motto del nuovo Siviglia che, dopo la vittoria dell’ultima Europa League, ha ceduto alcuni dei suoi migliori giocatori, sostituendoli con giovani prospetti molto interessanti potrebbe essere questo. Senza dimenticare poi che la conferma in panchina di Unai Emery, su cui Galliani aveva messo gli occhi prima di prendere Inzaghi, significa continuità e calcio propositivo.

Via Rakitic, finito al Barcellona per 18 mln, e Alberto Moreno, stessa cifra, destinazione Liverpool, ecco chi li dovrà sostituire:

- Ever Banega, arrivato dal Valencia a titolo definitivo, proverà a dare quella qualità di manovra che Rakitic spargeva per il campo. L’argentino, dalla tecnica individuale superiore, vuole lasciarsi alle spalle problemi fisici e abitudini extra-campo poco da atleta per diventare protagonista nel Siviglia. Assieme a lui è stato acquistato dal Reims per 5,5 mln Gregorz Krychowiak, 24 anni, un  centrocampista utile e abile nel dare i tempi di gioco alla squadra;

- In difesa Fernando Navarro agirà sulla fascia di Moreno, certo non con la stessa efficacia di quello che è stato uno dei terzini migliori in Europa, mentre il riscatto per 2,5 mln di Pareja dallo Spartak Mosca ha permesso la conferma della coppia centrale formata da lui e Fazio, che ben si è comportata lo scorso anno;

- Davanti il reparto è dominato dall’imprevedibilità. Dal Barcellona sono arrivati due classe 1994 di grande prospettiva: Denis Suarez, centrocampista offensivo di ottima tecnica e letale nell’uno contro uno che, con la prestazione a tutto campo in Supercoppa europea, ha già fatto parlare di sé e Gerard Deulofeu, attaccante esterno maturato dopo una stagione con 25 presenze e 3 gol all’Everton. Aleix Vidal, preso per 3 mln dall’Almeria, è stato il grande colpo low cost: 25 anni, mancino, grandi qualità di corsa e inserimento, è uno che sa fare tutta la fascia e sa come si segna (6 gol e 5 assist nella scorsa stagione). Giovani e talentuosi. Con loro, oltre a Iago Aspas e i soliti Bacca, Vitolo e Gameiro, never say never.

di Edoardo Testoni

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.