Una chilena per il Cholo

Raul Jimenez arriva all'Atletico Madrid. Scopriamo insieme chi è il centravanti messicano

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

Forse, se tutto fosse andato come da previsioni, non sarebbe arrivato in riva al Manzanares.  Però evidentemente questo doveva essere il suo momento, e quando scocca l'ora del “Rulo”, di solito, è facile accorgersene.

La prima svolta nella carriera di Raúl Alonso Jiménez Rodríguez è avvenuta l'11 Ottobre del 2013: la nazionale messicana, con la quale ha già conosciuto la gloria conquistando un oro olimpico totalmente insperato a Londra un anno prima, è impantanata sull'1-1 contro Panama in un match fondamentale per qualificarsi al Mondiale. All'ottantunesimo il C.T., disperato, lo manda in campo per tentare l'assalto e quattro minuti dopo questo centravanti dal fisico longilineo ed elegante illumina il gigantesco stadio Azteca: riceve un pallone pesante e impreciso al limite dell'area, lo controlla come può con un destro che lo fa schizzare per aria e sempre con lo stesso piede lo manda in porta con una rovesciata eletta come il miglior gol del calcio centro-nordamericano per l'anno 2013.



Questo è il nuovo centravanti dell'Atlético Madrid, preso per crescere all'ombra di Mandzukic e per colpa dei problemi di salute del talento ex San Lorenzo Ángel Correa, che in teoria avrebbe dovuto occupare questo posto nella rosa del Cholo Simeone e che invece è costretto a lasciar campo ad un ragazzo i cui margini di crescita sono ancora molto ampi, ma sui numeri del quale si può già scommettere ad occhi chiusi. A 23 anni ha già un centinaio di partite da professionista nel club più importante del Messico, ha già vinto sia a livello domestico che in campo internazionale, ha debuttato al Mondiale e ha fatto vedere di essere allo stesso tempo un bomber affidabile (una quarantina i suoi gol fra America di Città del Messico e Selezioni nazionali) e una generosa risorsa per chi gli si inserisce attorno, di conseguenza un pezzo sulla carta perfetto per il gioco dei Campioni di Spagna.

Sembrava promesso sposo del Porto e invece, con uno scatto da oltre dieci milioni di euro, l'Atlético se l'è portato a casa: è il terzo messicano a vestire la maglia biancorossa, i primi due sono stati Hugo Sánchez e Luis El Doctor García, due che con il gol avevano un discreto feeling, due che rappresentano per Raúl Jiménez allo stesso tempo una tradizione a cui ispirarsi e un paragone di certo non sottile. Ma per il Rulo queste cose non sono mai un problema: lui, di solito, quando entra si fa subito notare.

 

Di Stefano Borghi

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.