Marsiglia Val-buena una lacrima

Il centrocampista dà l'addio all'OM con una conferenza particolare per toni e look

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

| aggiornato

Share

"Mi ero ripromesso di non piangere, ma qui ho passato otto anni. E' la mia seconda famiglia". Non c'è retorica nè finzione nelle parole e nelle lacrime di Mathieu Valbuena, giunto alla conferenza d'addio dall'Olympique Marsiglia, diretto alla Dinamo Mosca.

Nel 2003 Mathieu si era trovato orfano del club che lo aveva cresciuto. Dopo 10 anni nelle giovanili, il Bordeaux lo aveva scaricato: "167 centimetri sono troppo pochi nel calcio di oggi, monsieur Valbuena", gli dissero.

Dopo 3 anni nelle serie minori, fu proprio l'OM a convincersi che la tecnica trascende il fisico: spese 80mila euro e lo acquistò. Valbuena ha ringraziato nel migliore dei modi il club, trascinandolo droit au but, con 1 scudetto, 2 coppe di lega, 3 supercoppe e una fascia di capitano conservata per le ultime due stagioni.

La componente economica non può essere stata marginale nel trasferimento e Valbuena è sincero: "non sono fiero di andarmene, ma devo rendermi conto che ho 30 anni e devo voltare pagina"


Non può essere sfuggito l'abbigliamento con cui Valbuena si è presentato in conferenza: una canottiera nera col bicipite in vista. Non è il primo a presentarsi in maniera bizzarra di fronte alla stampa. A tal proposito, ecco una fotogallery con tutti i precedenti.

di Karim Barnabei

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.