Meglio sardi che mai...

L’edizione 2014 del Rally di Sardegna si trasferisce ad Alghero.

0 condivisioni 0 commenti

Share

Dopo dieci anni fra Olbia e Gallura il rally di Sardegna cambia sede, l’edizione 2014 si trasferisce ad Alghero, nella parte nord-occidentale dell’isola. Niente sterrati galluresi ma tanta Riviera del Corallo ad ospitare la prossima tappa del mondiale rally, anche se il principale bacino delle prove speciali resta Monte Acuto, integrato dalle tre speciali finali ricavate nell’Anglona e nella Nurra. In programma 364 km cronometrati suddivisi in 17 stages, con shakedown a Putifigari, prima speciale a Cagliari e power stage finale vicino al mare di Cala Flumini.

L’undicesima edizione della tappa sarda del WRC si preannuncia particolarmente interessante per diversi motivi: dopo il rally d’Argentina Latvala cercherà di rimontare sul leader di classifica Ogier, in una sfida tutta interna alla Volkswagen che al momento appare ancora molto aperta. Infatti dopo la Sardegna sono in programma Polonia e Finlandia, altre due tappe –oltre a quella italiana- fra le preferite di Latvala, al quale intanto però serve vincere nell’endurance lunga e difficile che sta per partire nella terra dei mirti. Fra Ogier e Latvala ci sono 24 punti di distanza, un margine ancora non sufficientemente ampio per il campione iridato in carica, specie considerando che il finlandese ha già conquistato 39 punti in più rispetto alla scorsa stagione.

In Sardegna sarà anche il momento della verità per Hirvonen, Mikkelsen e Meeke. Il finlandese della Ford qui ha vinto nell'ottobre 2012 al volante di una Citroen Ds3 e per cinque volte consecutive si è classificato secondo. Anche Mikkelsen potrà dire la sua, rinfrancato dalla presenza di Ola Floene che torna finalmente al suo fianco a dettargli le note in norvegese. In quanto a Meeke, ha in palmares un successo nel Costa Smeralda, a dimostrazione della familiarità con gli sterrati sardi. Dopo il podio in Argentina c’è da attendersi un altro piccolo salto di qualità. Attesa anche la prova di Kubica, che finalmente è riuscito ad andare fino in fondo e sembra aver trovato il giusto feeling con il Wrc: potrebbe essere la sorpresa della gara.

Il rally di Sardegna 2014 è tuttavia una grande incognita, anche per i tanti cambi di percorso, a cominciare dalla nuova location dell’evento. L’Aci e gli organizzatori locali hanno sposato le richieste del promoter iridato e dei media e il layout finale è davvero intrigante, a partire dalla speciale d’apertura nell’area portuale di Cagliari, passando per i 60km di Monte Lerno che diventano la speciale su terra più lunga d’Europa, proseguendo per diversi tratti inediti e stuzzicanti fino al remake della prova veloce del Costa Smeralda che da Tergu a Osilo impegnerà piloti e vetture in un anfiteatro naturale affollato di spettatori.

Ci sono tutti gli ingredienti per un grandissimo evento, naturalmente live su FoxSports2.


di Lucio Rizzica

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.