#LaFinal, Barcellona-Atletico Madrid: una storia pazzesca

Prepartita dalle 17.00 in diretta su Fox Sports, calcio d'inizio al Camp Nou alle ore 18.00

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

La storia di un qualsiasi narratore e del suo rapporto con La Final ricorda tanto quella di Gastone, personaggio dei fumetti che s'imbatteva nella fortuna senza far nulla. Perché, comunque vada a finire Barcellona-Atletico Madrid, sarà una storia pazzesca.

Potrebbe essere la storia di un allenatore che si era autoesonerato a tre giornate dalla fine perché ormai, era chiaro, gli obiettivi stagionali erano tutti andati. Capitolo chiuso. Al punto che i dirigenti incontrarono alla luce del sole il suo erede. Il Tata, nome domestico, è l'uomo umile che si prende le sue responsabilità. Un innamorato che non sente più la fiducia. Un allenatore sottodimensionato rispetto alla realtà. Finale scritto prima del verdetto certo.

La sua non è la storia di Mourinho che saluta appena dopo aver vinto, non è quella di Mancini che annuncia che a fine stagione lascerà ma poi vince lo scudetto con l'Inter, non è quella di Heynckes che, pronto alla pensione, vince la Champions. Loro hanno scelto per loro. Il Tata aveva scelto per il club, perché non si sentiva all'altezza.

E se ora vincesse? E se invece fosse l'anno della revolucion? Un altro argentino che combatte il privilegio, la rivincita dei bambini in bicicletta abituati a vedere gli altri due che salgono sulla limousine. La sua è la revolucion con l'I-pad tra le mani, modernissima. Gli ideali, ok, attraverso i quali ha trasformato il reale. Ma anche tanto pragmatismo. Quel partido por partido, con l'esempio dato in prima persona: se correte 90' come faccio io a bordocampo, possiamo battere chiunque. Il tempo è passato, 90 dopo 90, la pressione la portavano - sul campo, agli avversari - non la sentivano.

Solo nelle ultime giornate è arrivato quel braccino che ha concesso il set finale al Barcellona. Ma la sua resta qualcosa di più di una squadra: è una creatura. Il suo non è solo idealismo e non è solo realismo. È qualcosa di assolutamente nuovo. Si riconosce a posteriori come unico.  Stessa cosa che potrebbe accadere in caso di successo del Barcellona. Come si dice in questi casi, comunque vada, sarà una storia.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.