Manchester United, storia di una stagione difficile

Fuori dall'Europa dopo 19 anni, l'esonero di Moyes, Giggs player-manager: ecco com'è stata la travagliata stagione dei Red Devils

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

"Anche se non sarò più manager io sarò sempre qui, nelle vittorie e nelle sconfitte: così come lo spirito del Manchester United, quello delle rimonte impossibili fino all'ultimo secondo", queste sono state le ultime parole di Ferguson da manager dei Red Devis.

Ha fatto riferimento a quello spirito che quest’anno tanto è mancato a David Moyes. Sir Alex, uno dei migliori a scegliere i suoi giocatori, aveva scelto lui. The Chosen One esce per la prima volta da quel tunnel contro lo Special One. Ma la Ferguson Cam si accende con il Crystal Palace, la prima volta di Sir Alex a Old Trafford da spettatore. Sconfitta contro il City, sconfitta contro il Liverpool. Un evidenziatore al limite del mercato di Moyes: preso solo Fellaini, eppure il centrocampo non regge, la difesa non regge.

Il suo sguardo è sempre presente, decisivo, nella figura di Ed Woodward, quando convince i Glazer, contro i tifosi, a concedere a Moyes due fiches: l'acquisto di Mata, il rinnovo di Rooney. I Red Devils dominano contro la middle-class, ma crollano con le grandi: prima 3-1 con il Chelsea, poi 0-3 in casa con City e Liverpool. Moyes non sfigura in Champions con il Bayern, ma ormai anche Sir Alex sembra deluso dal suo prescelto, che inciampa definitivamente proprio a Goodison Park: un passo falso nel passato che compromette il suo futuro. Via Moyes, ma non spegnete la Ferguson Cam: Sir Alex chiama Ryan Giggs: player-manager fino a fine stagione. Per riportare a Old Trafford, lo spirito del Manchester United.

Come ha detto Giggs, dopo la sua ultima partita a Old Trafford: "Si vede uno spiraglio nel futuro, vedrete: torneranno i bei tempi e lo spirito di una volta".

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.