La stagione del Liverpool attraverso gli occhi di Gerrard

Riviviamo l'annata dei Reds con gli occhi del capitano dei Reds, simbolo di una squadra che quest'anno ha sfiorato un'impresa

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

Alla fine sono umidi. Come la stagione del Liverpool, impregnata di momenti, provante. Gli occhi di Gerrard sono un database di emozioni, hanno memoria di tutto. Mentre trovava la forza di consolare Suarez probabilmente il capitano del Liverpool sapeva che non sarebbe riuscito a farlo con se stesso, almeno per un po'. Lui che due anni fa, quando era abituato a stare lontano dalla vetta, scrisse nella sua biografia "vincere un titolo qui sarebbe un miracolo", quando rivivrà un anno così?

I suoi sono gli occhi stregati del gol all'Everton, quelli posseduti dalla passione del discorso verso Norwich. We go again, il motto dell'otto, che non è bastato. Allora le lacrime erano di felicità. È scivolato sui suoi sogni Gerrard, rimontato dalla sfortuna come il Liverpool col Crystal Palace. In quegli occhi c'è tutto, ci sono le pupille dei compagni e di ogni singolo tifoso. Leggeteli e capirete cos'è stato vivere questa stagione in Reds. Poi girategli intorno, mettetevi voi dalla sua parte, invertite la prospettiva.

Riuscireste a tenerli aperti? Voi no, o meglio noi no. Gerrard li riaprirà, si rialzerà, non a caso Sturridge lo chiama 'James Bond', perché lui può tutto. Ma dategli tempo. Sono occhi bagnati. Non è congiuntivite. Sono vite congiunte in una sola passione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.