Mourinho: “Catenaccio? Sono confuso”, Rodgers: “2 pullman davanti alla loro porta”

Dopo la partita più attesa in questo finale di stagione in Premier League non sono mancate le polemiche tra i due manager, con quello del Liverpool che attacca lo Special One, suo vecchio maestro

0 condivisioni 0 commenti

Share

Contro ogni pronostico, il Chelsea ha battuto il Liverpool ad Anfield, svegliando i tifosi dei reds che stavano vivendo un sogno ad occhi aperti: Suarez e compagni hanno ancora la possibilità di vincere il titolo, però devono sperare che il Manchester City non le vinca tutte da qui alla fine. Ma ha fatto molto discutere però il modo in cui José Mourinho ha deciso di giocare la partita.

Il maestro - Ecco come ha risposto lo Special One alle domande dei giornalisti: “Credo che abbia vinto la squadra migliore, credo che abbia vinto la squadra che meritava di più la vittoria. Semplice, secondo me. Comunque se facciamo un altro punto siamo terzi, quindi automaticamente in Champions League: non vogliamo certo un trofeo per questo, ma possiamo comunque dire di aver battuto i campioni, perché sia che lo diventino quelli del City o quelli del Liverpool, noi li abbiamo battuti entrambi. Quando parlate di catenaccio sono confuso: non capisco perché ogni volta che uno si difende bene, senza subire gol, si parli di catenaccio, mentre quando se ne subiscono magari 2 o 3, allora no. I miei giocatori accusati di perder tempo apposta? Perché dite questo ora? Non ne avete mai parlato per tutta la stagione, vi viene in mento solo ora?".

L'allievo - Non si è fatta mancare la risposta di Rodgers: “Penso che avremmo meritato di più noi la vittoria, ma José ha vinto e sarà sicuramente contento. Ora può anche sbattermi in faccio il suo cv e dirmi che il suo modo di giocare funziona, ma non è il mio modo di lavorare. Anzi, è esattamente opposto alla nostra mentalità: è anche più facile allenare una squadra che si difende in 10, perché questa volta c'erano ben due pullman parcheggiati davanti alla porta del Chelsea”.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.