Back to the future

Cavani e Lavezzi rivivono la stessa situazione del 2012, quando col Napoli annientarono il Chelsea al San Paolo 3-1

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

Il ritorno a Stamford Bridge non potrà lasciare impassibili Cavani e Lavezzi, l’attacco titolare del PSG di questa sera, che affronterà il Chelsea a Stamford Bridge dopo il 3-1 del Parco dei Principi. La storia si ripete, come quando nel 2012, proprio a Stamford Bridge, il Chelsea doveva ribaltare il 3-1 conquistato dal Napoli al San Paolo negli ottavi di finale. Inutile sottolineare come i due vogliano che l’epilogo sia l’esatto opposto di quella entusiasmante e deludente avventura in azzurro, finita col 4-1 ai supplementari nello stadio di Londra.

Pericolose coincidenze – Come nel match di qualche giorno fa, anche l’andata di Napoli fu segnata da una prestazione maiuscola di Lavezzi. L’argentino segnò due reti, in una serata da incorniciare sul prato verde di Fuorigrotta. Il PSG si augura che i giocatori possano riproporre il dominio dimostrato in Francia, anche nello stadio londinese del Chelsea.

Inespugnabile – Come ogni cosa impossibile, c’è sempre l’eccezione che conferma la regola. In Champions League Stamford Bridge è a dir poco una sicurezza. Nelle ultime tre stagioni, quindi inclusa quella in cui il tandem d’attacco Pocho – Matador sfiorò l’impresa di accedere ai quarti eliminando il Chelsea, i blues hanno perso solo una partita (il fatto che l'eccezione si sia già verificata, preoccupa i più scaramantici). È accaduto quest’anno contro il Basilea, nella fase a gironi, durante il periodo più altalenante della nuova gestione di Mourinho; poi 12 vittorie e un pareggio tra le mura amiche.

Manca Ibra – L’assenza di Zlatan Ibrahimovic non è sembrata un grande problema a Parigi, quando il fenomeno svedese uscì anzitempo per infortunio. Anche stasera non ci sarà è il punto di riferimento in attacco sarà il Matador Cavani. Responsabilizzato e determinato a non rivivere una notte da incubo come quella di due stagioni fa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.