Wenger teme il peggio

Il Manager dell’Arsenal, dopo la sconfitta con l’Everton, teme un forte calo di tensione nei suoi giocatori, che ora rischiano di perdere anche il quarto posto

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

Il rischio è ormai più che concreto. La sconfitta per mano dell’Everton, in casa Arsenal, significa (per dirla con parole di Mourinho) l’ennesimo fallimento di Arséne Wenger. Il 3-0 del Goodison Park significa solo una cosa: l’Everton è ad un punto dal quarto posto occupato dall’Arsenal, con una partita da recuperare. Potenzialmente l’Arsenal potrebbe essere fuori dalla prossima Champions League.

Calo – Nelle precedenti 16 stagioni l’Arsenal ha sempre centrato la Champions League e che sia proprio la 17ª, in pieno accordo con la smorfia napoletana, a significare ‘a disgrazia? Arséne Wenger non ha nascosto il suo timore. “Mancanza di carattere? Sì, può essere. Perdere una partita simile crea molta preoccupazione. Dobbiamo fare un’attenta analisi e tornare ad avere un atteggiamento diverso. Dobbiamo avere più personalità, la nostra prestazione non è stata convincente. L’Everton è stato migliore e ha meritato di vincere”.

Paura – Alla domanda se c’è timore di mancare la qualificazione che arriva dal 1996-97 ininterrottamente, Wenger non ha dubbi: “Non lo so. È difficile capire se è paura. I nostri risultati negativi in trasferta hanno certamente minato il carisma della squadra. Sono, però, determinato al 100% a lottare per arrivare tra le prime quattro”.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.