Vitesse e Chelsea, nemici-amici

Ecco la storia del rapporto tra le due società, molto legate tra di loro, ma proprio per questo protaginiste di spiacevoli intrighi

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

Dalle parti di Arnehm, cittadina di appena 150 mila abitanti sul basso Reno, ad un certo punto avevano cominciato a crederci per davvero. Il Vitesse dopo aver centrato l'ingresso in Europa League la scorsa stagione, traguardo storico per il club, dopo 16 giornate di campionato comandava l'Eredivisie. Il magnate georgiano Merab Jordania nel 2010 aveva acquistato il club, incentivato anche dall'amicizia con un altro uomo dell'est, decisamente più conosciuto, un certo Roman Abramovic.

Rapporto difficile - Qualcosa però si era rotto prima dell'inizio della stagione: Jordania e Fred Rutten, rispettivamente presidente e allenatore, hanno lasciato il club, denunciando solo successivamente attraverso le colonne del "De telegraaf", l'intromissione del Chelsea nella corsa al titolo del Vitesse. "Volevamo vincere, ma Londra ce l'ha impedito, non potevamo dare fastidio al Chelsea in Champions League, e allora abbiamo mollato tutto". La nuova proprietà rappresentata dal magnate russo Aleksandr Chigrinsky, ovviamente anche lui molto intimo con Abramovic, ha smentito tutto.

Nuova vita - I rapporti tra Chelsea e Vitesse rimangono solidi. Peter Bosz il nuovo allenatore, ha cominciato la stagione con in rosa ben 6 giocatori Blues, il più talentuoso, Lucas Piazon trequartista brasiliano di 20 anni: piccola parentesi nel Futsal poi il passaggio al calcio vero; il Chelsea all'epoca lo blindò neanche diciottenne con un precontratto. Lui e il Vitesse avevano sorpreso tutti nella prima parte della stagione, salvo poi successivamente perdere terreno, scontri diretti e inevitabilmente titolo. Lo chiamano il Chelsea C, una succursale dei blues, ma chissà per quanto tempo ancora.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.