Ligue 1 e Ligue 2, sciopero rinviato

I due campionati maggiori di Francia hanno posticipato lo sciopero in programma tra fine novembre e inizio dicembre

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

Un modo per protestare contro la tassazione spietata al 75%, che il governo francese ha proposto per chi percepisce superstipendi oltre il milione di euro all’anno: questo il motivo di uno sciopero che avrebbe fermato il calcio maggiore in Francia dal 29 novembre al 2 dicembre.

Rinvio – Lo sciopero è stato rinviato, anche se formalmente sembra una vera e propria revoca. La speranza infatti è che si possa raggiungere un compromesso tra stato, calciatori e società. Il sindacato dei calciatori si dice fiducioso attraverso le parole del chairman Jean-Pierre Louvel.

Dialogo – “È importante instaurare un dialogo e per questo abbiamo preso la decisione del rinvio. Il nostro interesse è il calcio e la solidarietà, un fallimento sarebbe un risultato disastroso”. Tuttavia, lo stesso Louvel non nega l’eventualità di una nuova data per lo sciopero, se l’accordo non si dovesse raggiungere.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.