Napoli-Marsiglia, sicurezza a rischio

I francesi, dopo aver accolto in modo tutt’altro che esemplare i tifosi del Napoli in trasferta, stanno facendo preoccupare le autorità italiane, che hanno assunto misure di sicurezza speciali

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

Il San Paolo è sotto osservazione Uefa e la gara sembra la peggiore in assoluto per sperare che vada tutto liscio. La paura delle autorità e dei vertici della società azzurra, viene dal fatto che i tifosi del Marsiglia, gemellati con quelli della Sampdoria odiati cugini del Genoa gemellato con il Napoli, possano provocare tafferugli, come già accaduto in Francia.

Calma – È stata la parola maggiormente predicata alla vigilia della gara del San Paolo. I tifosi del Napoli dovranno cercare di non cedere alle provocazioni e di non gridare vendetta, dopo le diverse aggressioni (verbali e fisiche) subite a Marsiglia. La Ssc Napoli, in una nota ufficiale, ha esortato i propri sostenitori a evitare qualsiasi tipo di contatto con i tifosi ospiti, in ottemperanza alle norme imposte dalla Uefa. La pena sarebbe pesantissima: c’è il rischio di squalifica a porte chiuse per la gara interna contro l’Arsenal, che capiterà all’ultima giornata del girone e si preannuncia già decisiva.

Arresti – Nella serata di ieri le forze dell’ordine all’ombra del Vesuvio hanno già arrestato numerosi supporter francesi. In particolare, nei pressi del centro storico, un gruppetto di sostenitori del Olympique è stato fermato e dopo la perquisizione è stato condotto in stato di fermo per porto abusivo di armi: coltelli e “doppie” cinture (una sull’altra per utilizzarle in caso di rissa). Alcuni tifosi napoletani, invece, sono stati sorpresi a discutere in modo acceso con alcuni tifosi avversari. Nella zona di Agnano, le forze dell’ordine hanno riportato la calma, sventando la rissa.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.