Sicurezza di nuovo in discussione

In Inghilterra scoppia il caso, dopo che un tifoso del Tottenham ha lanciato un fumogeno in campo, colpendo uno degli assistenti dell’arbitro. Ora la FA apre un’inchiesta e si torna a parlare di sicurezza

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

L’esempio d’Europa per la sicurezza negli stadi e la gestione perfetta degli stessi, si interroga dopo il brutto episodio occorso in Aston Villa – Tottenham. Un tifoso ospite ha colpito uno dei due guardalinee e la Football Association aprirà un’inchiesta, definendo come ”inaccettabile” l’episodio. Non si esclude una multa per la società.

Arresti – Sono stati fermati due uomini (25 e 47 anni) per l'accaduto avvenuto intorno alla mezzora del primo tempo. David Bryan è stato colpito sulla nuca da un fumogeno, che non gli ha causato particolari danni fisici. Tuttavia l’episodio, potenzialmente pericoloso, ha smosso l’opinione pubblica. L’arbitro della gara, Phil Dowd ha confermato di aver annotato quanto successo nel suo rapporto. Un portavoce della FA ha affermato: “La FA esaminerà la questione, che è inaccettabile. Attendiamo il rapporto del direttore di gara e parleremo ai club: tali incidenti evidenziano i pericoli dell’uso di materiali pirotecnici negli stadi”.

Villas-Boas - "Non è bello vedere certi episodi, dovrebbero essere evitati. È toccato al guardalinee e situazioni come questa non hanno un posto nel calcio. Spero sinceramente che non accada di nuovo". Il tecnico portoghese degli Spurs ha fortemente condannato l’episodio, che potrebbe costare una sanzione anche al club londinese.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.