Mourinho non rimpiange Lukaku

“È diverso giocare per l’Everton”

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

Chi sa se dopo la doppietta nell’ultima gara di Premier League messa a segno da Lukaku, Mourinho ha in cuor suo avuto qualche dubbio sulla sua cessione in prestito. Dubbi e perplessità che verrebbero a chiunque, se si considera che gli attaccanti del Chelsea sono ancora a secco ed Eto’o su tutti ancora non ha trovato la via del goal in Premier League. Ma da un tipo come lui, è difficile aspettarsi conferme di questo tipo.

Nessun rammarico – Lo Special One ci ha abituato alla sua totale estraneità al rimpianto. Alla domanda se si rammaricasse di aver ceduto il giovane bomber, Mou ha risposto secco: “Una cosa è giocare con l’Everton, altra cosa è giocare col Chelsea”.

Molto da migliorare – Nella consueta conferenza stampa prepartita (il Chelsea è ospite del Norwich), il tecnico dei Blues ha analizzato la situazione della squadra, che ha bisogno di riprendersi da una serie di risultati negativi. “Dobbiamo migliorare molto. Avremo alti e bassi e sono pronto ad affrontarli. Poi c’è la sosta: sedici giorni senza calcio ci aiuteranno a riflettere”.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.