Il PSG colleziona 1-1. Il Monaco già sogna

Secondo pareggio consecutivo per i parigini salvati da Cavani. Al Monaco Falcao c’è, ma si godono Riviére.

0 condivisioni 0 commenti

Share

Chi si aspettava che il campo definisse il ruolo del Monaco in questa Ligue1 è stato accontentato dopo appena due giornate. Gli uomini di Ranieri stravincono contro il Montpellier che aveva tanto impensierito il PSG. I parigini non ingranano ancora e, nonostante il primo goal di Cavani, si fermano sull’1-1 contro l’Ajaccio di Ravanelli.

P(areggio)SG – La seconda giornata di Ligue1 non porta buone notizie per Blanc. Il suo PSG fatica a trovare la via della vittoria. A Parigi l’Ajaccio passa incredibilmente in vantaggio dopo appena 9 minuti: l’iniziativa di Diarra favorisce un goal straordinario di Pedretti. Il tiro a giro non lascia scampo a Sirigu. Poco dopo il trentesimo minuto, pastore offre a Ibrahimovic la chance del pareggio. Lo svedese tira bene, ma il suo tentativo finisce fuori a fil di palo. Al 58’ Cavani ha una buona occasione di testa, fermata in calcio d’angolo da Ochoa. Dal corner che ne deriva Pedretti salva un goal fatto sulla linea. All’80’ il PSG è ancora più sfortunato: sull’ennesimo calcio d’angolo Thiago Silva colpisce una traversa clamorosa, sempre su colpo di testa. A cinque dalla fine Cavani si veste da Matador, dribbling secco e sinistro all’incrocio dei pali, pareggiando i conti.

Mona-gol – Allo Stade Louis II di Monaco i padroni di casa asfaltano il Montpellier. Il primo goal arriva su rigore: Ocampos è atterrato in area, va Falcao dagli 11 metri e con freddezza spiazza Pionnier. Dopo pochi minuti il Montpellier reagisce e Montaño trova il colpo di testa che vale l’1-1. Prima dello scadere del primo tempo c’è spazio per una magia della rivelazione Riviére; l’attaccante francese classe ’90 supera Pionnier con un pallonetto spettacolare. Nel secondo tempo il Monaco parte con grinta e determinazione e al 56’ Riviere segna a pochi passi su azione da calcio d’angolo. Tra gli uomini del Principato Carrasco è tra i più ispirati in questa fase e le sue discese fanno paura. È da una sua iniziativa che nasce il 4-1: dopo la cavalcata sulla fascia sinistra, il tiro del giovanissimo belga arriva, sporcato da più deviazioni, sulla testa di Riviére, che chiude il match e porta a casa il pallone.

Guarda tutti i video di Ligue1.


Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.