Liverpool, Klopp: "Gerrard è il mio successore"

L'allenatore tedesco ha spiegato quanto sia importante la figura dell'ex centrocampista e leggenda dei Reds, sia per i tifosi che per i giocatori stessi.

841 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

"Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano". Così cantava Antonello Venditti in uno dei suoi testi più famosi e così dovranno cantare tra non molto anche i tifosi del Liverpool. Il motivo? Steven Gerrard, dopo la sua breve esperienza in MLS, è tornato nel Merseyside ed è più deciso che mai a tornare protagonista indossando la divisa dei Reds, sebbene non sia più quella da giocatore. 

Solo lo scorso febbraio l'ex centrocampista è diventato uno degli assistenti allenatori dell'Academy del Liverpool, facendo gridare di gioia tutti i tifosi che dopo averlo visto partire qualche anno prima in direzione America, se lo ritrovano lì, sui campi di allenamento di Melwood, con la stessa voglia e la stessa passione di quando da ragazzino si apprestava a diventare una delle leggende più amate del club. 

Dopo soli pochi mesi di gavetta la società ha confermato che già dalla prossima estate Gerrard prenderà il controllo dell'Under 18, diventandone allenatore a tutti gli effetti. Nel frattempo non sono mancati gli incontri tra lo stesso Gerrard e Jurgen Klopp, che con il tempo sono riusciti ad instaurare un rapporto di stima, fiducia e amicizia, utile non solo a loro ma soprattutto a favorire un clima disteso e di serenità all'interno dell'ambiente. 

Gerrard sulle tribune di Anfield Road

Klopp svela: "Il Liverpool ha bisogno di Gerrard"

Io a lui già l'ho detto: qualora il club un giorno dovesse esonerarmi o dovesse scadere il mio contratto, sarei onorato se a sostituirmi fosse proprio Gerrard. 

Così Jurgen Klopp ha parlato sia del suo futuro che di quello della panchina del Liverpool. Gli elogi però, non si sono fermati qui: il tedesco ha parlato anche del Gerrard uomo e dell'importanza della sua figura all'interno della società e dell'ambiente Liverpool.

Jurgen Klopp saluta i tifosi dopo la vittoria sul campo del WBA

È un ragazzo fantastico. Sarebbe perfetto se potessimo coinvolgerlo sempre più spesso nelle attività della prima squadra. Io farei di tutto e di più per insegnargli i vari trucchi del mestiere, perché quando cominci a far parte di un club, ricoprendo ruoli via via sempre più importanti, aumentano anche le tue responsabilità. Lui qui è già una leggenda, per questo credo che sia il Liverpool a dover assegnare a Steven Gerrard un ruolo importante. C'è bisogno di lui. 

Klopp ha un contratto in scadenza a giugno 2022. Per Gerrard la strada verso la panchina del Liverpool è ancora lunga ma sembra già tracciata. E se il tedesco chiedesse alla società di farlo diventare subito suo assistente? 

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.