Champions League: l’albo d’oro delle 61 edizioni

In 61 anni di storia il massimo trofeo europeo è stato vinto solo da 22 squadre. La più titolata è il Real Madrid con 11 successi, segue il Milan con 7.

Di Stefano

446 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Quando il 13 giugno 1956 Alfredo Di Stefano alzò al cielo la prima Coppa dei Campioni della storia sul prato del Parco dei Principi, probabilmente non riusciva a immaginare appieno quanto fosse entrato nella storia. Aveva posato la pietra d’angolo dell'albo d'oro della Champions League, uno dei trofei calcistici più ambiti del mondo con i suoi ormai 62 anni di vita.

Il loro Real Madrid aveva appena battuto 4-3 lo Stade Reims, ma negli anni successivi sconfisse in finale Fiorentina, Milan, di nuovo i francesi e infine l’Eintracht Francoforte, arrivando a 5 successi consecutivi. Un rush straordinario quello delle prime 5 edizioni, record tuttora imbattuto che, unito agli altri successi sparsi negli anni, consente al Real di essere la società più vincente d’Europa con 11 coppe in bacheca.

Inizialmente la formula della Coppa dei Campioni prevedeva la partecipazione esclusiva delle squadre che avevano vinto il proprio campionato, che si affrontavano a eliminazione diretta. Negli anni '90 furono gradualmente introdotte le prime modifiche con l’ideazione della fase a gironi, l’ammissione delle prime due, tre o quattro classificate dei vari campionati nazionali a seconda del ranking e, dal 1992, il cambio di denominazione e la confluenza nell'albo d'oro della Champions League.

Albo d'oro Champions League

  • 1955-56 - Real Madrid
  • 1956-57 - Real Madrid
  • 1957-58 - Real Madrid
  • 1958-59 - Real Madrid
  • 1959-60 - Real Madrid
  • 1960-61 - Benfica
  • 1961-62 - Benfica
  • 1962-63 - Milan
  • 1963-64 - Inter
  • 1964-65 - Inter
  • 1965-66 - Real Madrid
  • 1966-67 - Celtic Glasgow
  • 1967-68 - Manchester United
  • 1968-69 - Milan
  • 1969-70 - Feyenoord
  • 1970-71 - Ajax
  • 1971-72 - Ajax
  • 1972-73 - Ajax
  • 1973-74 - Bayern Monaco
  • 1974-75 - Bayern Monaco
  • 1975-76 - Bayern Monaco
  • 1976-77 - Liverpool
  • 1977-78 - Liverpool
  • 1978-79 - Nottingham Forest
  • 1979-80 - Nottingham Forest
  • 1980-81 - Liverpool
  • 1981-82 - Aston Villa
  • 1982-83 - Amburgo
  • 1983-84 - Liverpool
  • 1984-85 - Juventus
  • 1985-86 - Steaua Bucarest
  • 1986-87 - Porto
  • 1987-88 - PSV Eindhoven
  • 1988-89 - Milan
  • 1989-90 - Milan
  • 1990-91 - Stella Rossa
  • 1991-92 - Barcellona
  • 1992-93 - Olympique Marsiglia
  • 1993-94 - Milan
  • 1994-95 - Ajax
  • 1995-96 - Juventus
  • 1996-97 - Borussia Dortmund
  • 1997-98 - Real Madrid
  • 1998-99 - Manchester United
  • 1999-00 - Real Madrid
  • 2000-01 - Bayern Monaco
  • 2001-02 - Real Madrid
  • 2002-03 - Milan
  • 2003-04 - Porto
  • 2004-05 - Liverpool
  • 2005-06 - Barcellona
  • 2006-07 - Milan
  • 2007-08 - Manchester United
  • 2008-09 - Barcellona
  • 2009-10 - Inter
  • 2010-11 - Barcellona
  • 2011-12 - Chelsea
  • 2012-13 - Bayern Monaco
  • 2013-14 - Real Madrid
  • 2014-15 - Barcellona
  • 2015-16 - Real Madrid

Le vittorie per nazione

Spagna e Italia sono le nazioni i cui club hanno disputato più finali, 27 per entrambe, con le squadre iberiche che prevalgono però nel numero dei successi nell'albo d'oro della Champions League: 16 (11 del Real Madrid e 5 del Barcellona) contro i 12 delle italiane (Milan 7, Inter 3, Juventus 2). Dodici sono anche i trofei vinti dalle squadre inglesi con solo 7 finali perse, 7 le vittorie tedesche con 10 sconfitte e 6 quelle olandesi su 8 finali disputate.

L'Inter degli anni 60
L'Inter è stata la prima squadra italiana a vincere due edizioni consecutive

Le curiosità

La Francia è sicuramente il paese col peggior rapporto fra finali vinte, 1 con l'Olympique Marsiglia nel 1993, e finali perse, ben 5. In un calcio che è profondamente cambiato, soprattutto nell’ultimo ventennio, può sembrare quasi incredibile, con l’occhio di oggi, trovare nell’albo d’oro della Champions League i nomi di squadre come Celtic Glasgow, Nottingham Forest (due vittorie consecutive fra il 1979 e il 1980), Aston Villa, Steaua Bucarest o Stella Rossa.

Il Nottingham Forest 1979
Il Nottingham Forest di Brian Clough vinse consecutivamente nel 1979 e nel 1980

Ma l’operazione nostalgia può riservare ben altre sorprese se si prendono in considerazione le squadre arrivate in finale senza mai vincere. Al di là dell’Atletico Madrid, che non è una sorpresa ma con 3 sconfitte su altrettante finali ha in assoluto il peggior rapporto giocate-vinte, troviamo club come Partizan Belgrado, Leeds, Panathinaikos, Saint-Etienne, Bruges, Malmoe, oltre alle nostre Sampdoria e Fiorentina. Ma anche società attualmente di vertice in Europa come possono essere Arsenal e Roma sono approdate una volta in finale senza mai scrivere il proprio nome nell'albo d'oro della Champions League. In totale a oggi solo i capitani di 22 squadre hanno avuto il privilegio di baciare a alzare al cielo, come aveva fatto Di Stefano a Parigi nel 1956, la Coppa dalle grandi orecchie.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.