Eurolega, road to Istanbul: alla scoperta del Real Madrid

Dopo aver chiuso la regular season al primo posto, gli spagnoli arrivano alle Final Four di Istanbul con l'obiettivo di vincere la decima Eurolega della loro storia.

Sergio Llull del Real Madrid

46 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Come nel calcio anche nella pallacanestro il Real Madrid è una delle squadre più vincenti e forti d'Europa. I blancos vantano ben nove Eurolega in bacheca e a Istanbul andranno alla ricerca della decima. La squadra spagnola ha centrato la quinta qualificazione alle Final Four negli ultimi sette anni, confermandosi ai vertici del basket europeo. Nonostante questo dato impressionante però le merengues non hanno raccolto tutto quello che potevano, portandosi a casa solo un'Eurolega. Dopo il mancato approdo alle Final Four di Berlino dello scorso anno, eliminati per mano del Fenerbahce, gli spagnoli ritroveranno proprio i turchi in semifinale.

La stagione di Eurolega

Il Real Madrid ha chiuso la regular season al primo posto con un record di 23 vittorie e 7 sconfitte. La squadra madrilena è stata l'unica in questa stagione ad aver sconfitto tutte le altre squadre almeno una volta e la sola a non aver mai perso due partite di fila, rimanendo sempre in una delle prime tre posizioni per tutta la stagione. Alla diciannovesima giornata, poi, i blancos sono balzati in testa alla classifica e non l'hanno più lasciata. Durante l'annata la squadra di Laso ha conquistato ben nove vittorie consecutive, facendo registrare la striscia di vittorie consecutive più lunghe di tutta la stagione. La partita più rappresentativa della forza devastante del Real è quella giocata in casa del Barcellona: i madrileni si imposero 102-63 al Palau Blaugrana, infliggendo agli acerrimi rivali del Barça la peggior sconfitta della loro storia in Eurolega.

Doncic del Real
Doncic, fresco vincitore del Rising Star Trophy

Nei playoff il Real si è trovato di fronte la scheggia impazzita Darussafaka. Nonostante una serie tutt'altro che semplice, in cui hanno perso in casa in gara-2, la squadra di Laso è riuscita comunque a imporsi 3-1 andando a vincere per ben due volte alla Volkswagen Arena di Istanbul, conquistando così la possibilità di ritornare in Turchia per le Final Four. MVP del terzo e quarto turno dei playoff è stato Luka Doncic che con le sue giocate da veterano ha guidato i suoi alla vittoria finale della serie.

La squadra

Il roster del Real Madrid metterebbe paura a chiunque, persino a qualche squadra NBA (come i Thunder, che la scorsa estate hanno perso coi blancos). La truppa di Laso gioca insieme da ormai tempo e i giocatori si trovano a memoria. Il gioco ruota tutto attorno all'infinito talento di Sergio Llull, il capitano della squadra. Il numero 23 ha vissuto forse la sua miglior stagione di sempre e ha chiuso la regular season al sesto posto nella classifica marcatori. Tra gli esterni, al fianco di Llull, ci sono giocatori di altissimo livello come Jaycee Carroll, Andres Nocioni (MVP delle Final Four 2015), Rudy Fernandez e Felipe Reyes. E poi c'è Luka Doncic. Il giovane talento sloveno si è portato a casa il Rising Star Trophy, il premio come miglior giovane del torneo. Doncic si è preso un ruolo fondamentale all'interno della squadra, raccogliendo in qualche modo la pesante eredità di Sergio Rodriguez. 
Randolph del Real
Tutta la carica di Anthony Randolph

Sotto canestro poi non c'è da sottovalutare l'apporto di Gustavo Ayon e Anthony Randolph. Il messicano, silenziosamente, è diventato un fattore per il Real nel pitturato. L'americano invece, pur non essendo un grandissimo difensore, è un super atleta e nella metà campo offensiva sa come essere devastante.

Il coach

In panchina siede l'ex playmaker Pablo Laso. Il coach spagnolo è riuscito nel 2015 a riportare a Madrid l'Eurolega, trofeo che mancava nella bacheca delle merengues dal 1995. Laso ha messo a punto una squadra pazzesca, capace di realizzare valanghe di punti. Lo spagnolo predilige una gioco dinamico, fatto di contropiedi e transizioni.

Laso del Real
Un timeout di Pablo Laso

Questa diventa per Laso la quarta presenza alla fase finale dell'Eurolega negli ultimi cinque anni. Nei tre precedenti ha sempre raggiunto la finale. Nessuno ha fatto meglio di lui nelle ultime cinque stagioni.

I numeri

Il Real Madrid ha letteralmente dominato la stagione di Eurolega e anche i numeri parlano chiaro. I madrileni non solo hanno chiuso al primo posto nella classifica finale, ma sono stati i migliori in Eurolega per quel che riguarda la valutazione, gli assist, la percentuale da 2 punti e il numero di canestri da 3 punti realizzati. Una vera e propria macchina da guerra pronta a spazzare via chi gli capiti davanti. 

Il pronostico

La partita col Fenerbahce poteva essere senza dubbio la finale, sia per la qualità in campo che per le potenzialità delle due squadre. I turchi avranno dalla loro parte il fattore campo, ma il Real ha dimostrato di essere una squadra solida e di poter battere chiunque.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.