Eurolega - Olympiacos contro Efes, vincere per volare alle Final Four

In un Pireo tutto esaurito si gioca l'ultimo atto della serie playoff tra greci e turchi. L'Olympiacos parte favorito e anche i precedenti gli danno ragione.

Printezis contro Granger

11 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

La sfida tra Olympiacos ed Efes è finalmente arrivata all'ultimo atto. Stasera scopriremo chi sarà l'avversaria del CSKA Mosca nella semifinale delle Final Four di Eurolega di Istanbul, il prossimo 10 maggio. Per la nona volta da quando esistono i playoff in Eurolega si giocherà una gara-5, e per la seconda volta a giocarsi questo dentro-o-fuori saranno Oly ed Efes. Il precedente tra le due squadre risale al 2013 quando, dopo una lotta serrata, i greci strapparono il pass per le Final Four di Londra e si portarono a casa la loro terza Eurolega.

Eurolega, Olympiacos-Efes (in diretta su Fox Sports alle 19.55)

Una serie decisamente combattuta e imprevedibile. Dopo la prima partita tutti hanno ipotizzato un secco 3-0 dell'Oly, poi però c'è stata la reazione dei turchi che hanno espugnato il Pireo portandosi sul 2-1. Infine i greci hanno saputo riaprire i giochi vincendo in Turchia e riportando la serie in Grecia per la "bella". Ormai le due squadre si conoscono alla perfezione e non hanno più segreti l'una per l'altra. Ma Sfairopoulos e Perasovic hanno dimostrato di essere allenatori molto bravi e preparati e proveranno a trovare una qualche mossa a sorpresa per portare a casa una vittoria che vale le Final Four.

Spanoulis contro l'Efes
V-Span sarà l'osservato numero uno dalla difesa dell'Efes

I turchi si affideranno alle giocate di un ritrovato Jayson Granger, autore di un ottimo primo tempo in gara-4, e al grande ex Bryant Dunston, che si sta rivelando fondamentale nella sfida sotto le plance. Ma l'uomo più pericoloso dell'Efes è senza dubbio Honeycutt: l'americano, nonostante un appannamento nelle ultime due partite, ha fatto vedere tutto il suo valore nelle due sfide al Pireo, viaggiando a una media di 16 punti e 9.5 rimbalzi a partita. L'Olympiacos, invece, si affiderà alle giocate fenomenali del solito Vassilis Spanoulis, che nonostante i 34 anni la settimana scorsa ha fatto piangere i turchi con le sue bombe. Insieme a lui ci sono anche il solidissimo Printezis e l'imprevedibile Erik Green.

I tifosi dell'Olympiacos
Aspettiamoci un clima caldissimo al Pireo

La vera arma in più dell'Olympiacos però è il Peace & Friandship Stadium, ossia il Pireo. I biglietti per la partita sono finite in pochissime ore, sugli spalti ci saranno oltre 11mila greci pronti ad incitare a spingere l'Olympiacos verso la sesta Final Four degli ultimi nove anni. Il vero sesto uomo in campo quindi. Un fattore che, come abbia visto in diverse occasioni in questa stagione di Eurolega, può rivelarsi fondamentale. Coach Sfairopoulos ha definito la partita come "la finale delle finali". Stasera quello che conta è soltanto vincere. Palla a due alle 20.00, in diretta su Fox Sports.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.