Il Granada dice addio alla Liga: la Real Sociedad vince 2-1

La sentenza per gli andalusi arriva all'Anoeta: la squadra di Adams retrocede in Segunda Division con tre turni d'anticipo. Per i baschi vittoria dal sapore europeo.

74 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Evapora in terra basca la speranza del Granada, l'Anoeta è il capolinea: gli andalusi scendono in Segunda Division, la retrocessione è ormai matematica. La condanna arriva in casa della Real Sociedad: i baschi vincono 2-1 e mettono al parola fine all'avventura in Liga dell'Historico con tre giornate d'anticipo. Anche con un pareggio, in ogni caso, la sentenza sarebbe arrivata impietosa.

A San Sebastian decide la rete all'84' di Juanmi. Dopo un primo tempo di stallo totale, era stato il gol di Carlos Vela allo scadere ad aprire i conti. Il pareggio di Adrian Ramos al 65' aveva ridato vigore alla formazione di Tony Adams, prima della tegola finale.

Con il Leganes distante dieci punti, il Granada saluta così la Primera Division. Vittoria importantissima invece per la Real Sociedad: la squadra di Eusebio Sacristan sale a quota 61 punti e scavalca momentaneamente l'Athletic Bilbao al sesto posto: la lotta per l'Europa League passa per i Paesi Baschi.

Real Sociedad v Granada, la sblocca Vela

Un'unica, vera occasione da gol in tutto il primo tempo. Allo scadere per giunta: tanto è bastato alla Real Sociedad per passare in vantaggio. Senza il capocannoniere Willian José, out per infortunio, ci pensa Carlos Vela a vestire i panni del bomber. Il gol siglato al 45' è l'ottavo in campionato per il messicano, di nuovo titolare dopo la panchina contro il Valencia. Facilissimo per l'ex Arsenal appoggiare in rete dall'area piccola: il merito maggiore è della giocata di Oyarzabal, a segno mercoledì e oggi di nuovo in versione assist-man (ottavo suggerimento vincente per l'ala basca, uno specialista). Prima dell'unico acuto del match, le due squadre si erano prima studiate e poi affrontate a viso sempre più aperto, senza però arrivare mai a creare pericoli concreti. Una sorta di stasi illusoria per il Granada, rientrato negli spogliatoi con un piede e mezzo in Segunda.

La sentenza di Juanmi: andalusi retrocessi

La spada di Damocle della retrocessione, ormai pronta ad abbattersi sul capo degli andalusi, risveglia l'orgoglio nazario. L'undici di Tony Adams preme sull'acceleratore alla ricerca disperata della vittoria. Il colpo di testa di Adrian Ramos arriva come un grido di speranza: sul cross morbidissimo di Foulquier, il colombiano in prestito dal Borussia Dortmund insacca la sua terza rete in terra spagnola. Non basta però per evitare ai suoi la retrocessione: dopo aver centrato la traversa pochi minuti dopo il pareggio, Juanmi si regala il 10° centro in campionato. È il minuto 84', la rete del classe '93 (splendido l'assist di Canales) fissa il match sul 2-1 per la Real Sociedad. A San Sebastian si respira profumo d'Europa, in attesa di sfidare venerdì il Siviglia di Sampaoli. Il Granada torna invece in Andalusia con la retrocessione ormai inevitabile. Sabato avrà però una delle ultime occasioni per onorare la Liga: al Nuevo Los Carmenes arriva il Real Madrid.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.