Bundesliga, Bayern Monaco campione di Germania: Ancelotti cala il poker

Grazie alla vittoria contro il Wolfsburg, il Bayern conquista la sua 5a Bundes di fila. Grande traguardo per Ancelotti che vince il 4° campionato nella quarta nazione diversa.

Il Bayern di Ancelotti vince la Bundesliga

265 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Il Bayern Monaco è campione di Germania per la 27esima volta. Carlo Ancelotti raggiunge l’ennesimo, storico traguardo della sua fantastica carriera da allenatore. Ce la fa grazie alla netta vittoria contro il Wolfsburg ma soprattutto al pareggio del Lipsia contro l’Ingolstadt. 

Sì, è vero. Il Meisterschale per i bavaresi è considerato una formalità, ma questa vittoria conta tantissimo per l’allenatore italiano: è il suo quarto campionato vinto in quattro nazioni diverse: Italia, Inghilterra, Francia e appunto Germania.

La quinta vittoria consecutiva della Bundesliga da parte dei bavaresi arriva dopo due settimane difficili, sia per la squadra che per Ancelotti, criticato duramente per le eliminazioni in Champions League e in Coppa di Germania. Ma rappresenta il coronamento di una stagione comunque positiva, è un trofeo che si va ad aggiungere alla Supercoppa di Germania vinta ad agosto contro il Borussia Dortmund. 

Bayern Monaco campione, avanti con Ancelotti

I giocatori del Bayern esultano
L'esultanza dei giocatori del Bayern

È stata una stagione complicata quella di Ancelotti, le eliminazioni patite nelle ultime due settimane da Real Madrid e Borussia Dortmund avevano sollevato malumore fra i tifosi. Ci si aspettava che il tecnico italiano riuscisse a far meglio di quanto fatto da Pep Guardiola, specialmente in Champions League. Ma con il Real Madrid sono stati decisivi gli episodi (leggi decisioni arbitrali), quei dettagli che segnano una stagione intera. In ogni caso la dirigenza non lo ha mai messo in discussione, a stoppare le polemiche sul nascere ci ha pensato l’amministratore delegato del Bayern Monaco Rumenigge, dichiarando che Ancelotti è un grande allenatore e che non ci sono dubbi sulla sua permanenza al Bayern Monaco.

Carlo è un ottimo allenatore e di grande esperienza. Ha un contratto fino al 2019, quindi non c’è nulla di cui discutere.

Il Bayern Monaco conferma la fiducia a Re Carlo

Rumenigge ha aggiunto che per valutare l'annata vanno considerati anche fattori che non sono controllabili. Un riferimento ai molti infortuni che hanno tormentato i giocatori del Bayern, ma anche alle polemiche dovute alle decisioni arbitrali che hanno condizionato il risultato del quarto di finale di Champions contro il Real Madrid.

Pochi giorni dopo questa dimostrazione di fiducia da parte della dirigenza, Ancelotti è riuscito a portare a casa la ventisettesima Bundesliga al Bayern Monaco e ha vinto il campionato in Germania dopo esserci riuscito in Italia con il Milan nel 2004, in Inghilterra con il Chelsea nel 2010 e in Francia con il Paris Saint Germain nel 2013. In Spagna, con il Real Madrid, il campionato gli è sfuggito, ma dalle parti del Bernabeu sarà sempre ricordato per la vittoria della Decima Champions League.

Traguardo che per il Bayern Monaco di Carletto rappresenterà solo il punto di partenza per l’apertura di un nuovo ciclo: la scelta di Ancelotti è stata fatta principalmente per il suo ricchissimo palmarés europeo e non è un segreto che i bavaresi vogliano tornare a vincere la Champions League, obiettivo raggiunto l’ultima volta nel 2012.

La società tedesca ha dimostrato la sua solidità in un momento difficile non solo ribadendo la fiducia in Ancelotti ma anche annunciando il riscatto di Kingsley Coman dalla Juventus e il rinnovo del contratto di Thiago Alcantara, che saranno confermati come punti fermi del Bayern Monaco del futuro. Un Bayern che nella prossima stagione ripartirà con Ancelotti e con l’ennesima Bundesliga in bacheca.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.