WWE SmackDown, Jinder Mahal si prende la cintura di Randy Orton

L'atleta indiano scappa con il titolo di The Viper. Beat The Clock Challenge per sfidare gli Usos e finale controverso nella sfida tra Charlotte e Naomi.

Jinder Mahal esulta con la cintura di campione WWE

135 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Siamo arrivati ormai a meno di una settimana da Payback, il Pay-Per-View dove teoricamente SmackDown potrebbe perdere il titolo WWE, nel caso in cui Bray Wyatt dovesse avere la meglio su Randy Orton nel primo House of Horror Match della storia. E dove si saprà anche chi, tra Kevin Owens e Chris Jericho, sarà il nuovo US Champion di SmackDown, visto che il vincitore del loro scontro passerà automatico e in via definitiva nel roster blu.

Se sulla carta Payback resta un evento esclusivo di WWE Raw, insomma, anche Shane McMahon e Daniel Bryan lo dovranno seguire per forza di cose con occhio interessato, modificando le loro strategie per quel che riguarda il loro show.

In attesa, però, ci sono altre situazioni che stanno andando avanti, come ad esempio quella che stasera metterà in palio il titolo femminile di Naomi, di fronte alla prima title shot di Charlotte Flair, arrivata a SmackDown da nemmeno un mese. Una scelta che non ha fatto molto piacere alle altre Women Supestars del roster blu, che nell’ultima edizione hanno lasciato intendere di essere in procinto di combinare qualcosa. Cosa, lo racconteremo come sempre nella rubrica WWE-ek SmackDown, a cura di FOX Sports.

WWE SmackDown

Questa puntata, che si svolge nella Wells Fargo Arena di Des Moines, Iowa, parte con un ingresso molto gradito al pubblico. Suona infatti la musica del violino, significa che è il momento di Shinsuke Nakamura, che arriva sul ring per sottoporsi a un’intervista di Renee Young. Non fa in tempo a rispondere alla prima domanda, però, che lo raggiunte Dolph Ziggler. 

Il nuovo arrivato si propone come “traduttore simultaneo” del giapponese, ma ciò che traduce è solo una lunga serie di provocazioni, concludendo chiamandolo "mostro della natura sopravvalutato".

Nakamura lo ripaga con la stessa moneta poco dopo, cominciando a parlare in giapponese fino a quando non lo definisce, chiaramente, uno “sfigato”. La reazione di Dolph è però un calcio sull’addome.Ne nasce inevitabilmente una rissa, con Nakamura che risponde a Ziggler con un Cradle Suplex. Dolph decide così di andarsene, con l’ex lottatore di NXT rimasto solo sul ring a esultare.

AJ Styles vs Baron Corbin

Dopo questa partenza, si continua con il primo incontro che potenzialmente potrebbe essere da main event, con AJ Styles contro Baron Corbin e il campione degli Stati Uniti Kevin Owens a seguire l’incontro dal tavolo di commento. 

Dopo un match molto fisico e nonostante l’intromissione di KO, AJ riesce ad avere la meglio sul Lupo Solitario. Subito dopo l’incontro però viene attaccato da Kevin Owens e dallo stesso Baron Corbin, che si accaniscono su di lui. 

Dagli spogliatoi arriva di gran carriera Sami Zayn. Owens scappa, Corbin subisce l’impeto del canadese e anche l’Elluva Kick. Subito dopo però viene colpito dal ritorno sul ring del campione degli Stati Uniti, che lo mette ko e se la prende di nuovo con AJ Styles, eseguendo su di lui una devastante Pop-Up Powerbomb.

American Alpha vs The Colons

Dopo essere passati brevemente nel backstage, dove Charlotte ci racconta della sua dipendenza dal titolo femminile e di come ne abbia bisogno, si passa al primo dei due incontri della serata in modalità Beat The Clock Challenge per determinare il #1 Contender ai titoli di coppia di WWE SmackDown.

Di fronte ci sono gli American Alpha e i The Colons e a vincere sono gli ex campioni, in 5 minuti e 17 secondi, grazie alla Grand Amplitude eseguita su Epico.

WWE SmackDown Backstage

La WWE Superstar bulgara Rusev, appena arrivata a SmackDown dopo il Superstar Shake-Up, in un video messaggio spiega di non essere affatto contento di questo passaggio, né di avere a che fare con Shane McMahon e Daniel Bryan. Così, l’unica condizione per restare, è un match titolato al Money in the Bank. Se non lo avrà, se ne tornerà in Bulgaria.

Successivamente andiamo con le telecamere negli spogliatoi, dove Becky Lynch viene accerchiata dalla combriccola formata da Carmella e il fido James Ellsworth, Natalya e Tamina. In sostanza le viene chiesto di schierarsi: o con loro (e contro Charlotte) o contro.

Randy Orton vs Erick Rowan

Si passa a un altro incontro molto interessante e suggestivo, quello senza squalifiche tra il campione WWE Randy Orton e il discepolo di Bray Wyatt, Erick Rowan, armato della sua nuova maschera. Ad aver la meglio è The Viper, che riesce anche a colpire l’avversario con un bastone da kendo, provocandone una caduta (e relativa rottura) di un tavolo. 

Successivamente, dopo una fulminea RKO, si prende pure il conteggio di tre decisivo. Al termine dell’incontro fa però irruzione Jinder Mahal, l’atleta di origini indiane che comincia di nuovo a prendersela con il pubblico, ma anche con lo stesso Randy Orton, accusato di sottovalutarlo.

Durante le sue accuse, poi, tenta di attaccare Randy Orton, che non si fa sorprendere e replica senza problemi. Questo vale fino a quando non fanno irruzione sul ring Gurv e Harv Singh, che aiutano Jinder e fanno scattare un pestaggio generale nei confronti del 13 volte campione WWE, concluso dalla Cobra Clutch Slam. Poi Mahal si fa dare la cintura e la porta via con sé rubandola al legittimo proprietario.

The Ascensions vs Breezango

Secondo e ultimo match in programma per il Beat The Clock Challenge per determinare il #1 Contender ai titoli di coppia di WWE SmackDown, questa volta tra gli Ascensions e i Breezango, che hanno il compito di battere i 5 minuti e 17 secondi stabiliti dagli American Alpha. 

E ci riescono a sorpresa i Breezango, che si liberano degli avversari in 2 minuti e 41 secondi, guadagnandosi la possibilità di competere per le cinture detenute dagli Usos.

Naomi (C) vs Charlotte

Siamo arrivati fino al main event della serata, quello che mette in palio il titolo femminile: la campionessa Naomi, contro la sfidante Charlotte Flair. Il match è molto bello e combattuto, ma viene rovinato dal prevedibile ingresso della combriccola: Carmella attacca Charlotte, chiudendo di fatto l’incontro per squalifica, e Natalya intanto tira fuori dal ring Naomi.

La stessa Naomi prova a tornare per difendere Charlotte dal pestaggio generale, ma non riesce nel suo intento. E la puntata si conclude così, con Carmella, Tamina, Natalya e Ellsworth padroni del ring.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.