Premier League, gioia e rabbia Conte: "Mai paragonato Chelsea e Juve"

Il Chelsea avanza verso il traguardo della prima Premier targata Conte. L'allenatore dei Blues, però, s'infuria per i paragoni fatti con la Juventus.

460 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Il cielo è sempre più Blues. Nessun artista italiano di mezzo, semplicemente a cambiare il ritornello ci ha pensato lui: Antonio Conte. E la sua banda, il Chelsea, suona un rock potentissimo sul palcoscenico della Premier League. Il poker calato ieri sera al Southampton è l'ennesimo chiaro segnale dello strapotere di Hazard e compagni. La sconfitta contro il Manchester United è già acqua passata, il titolo si avvicina sempre più. Con il Tottenham che, fra qualche ora, giocherà contro la trappola Crystal Palace.

Quando il gioco si fa duro Conte s'infiamma. Addirittura è pericoloso stargli vicino, per credere domandate ad Alessio, il suo vice che spesso nel corso della stagione si è trovato a un millimetro dalla sua trance agonistica. Tutta roba sana e positiva, sia chiaro. "Perché a volte, credetemi, vorrei tornare in campo", parola di Antonio ieri in conferenza stampa, nella quale ha stemperato la tensione dopo aver preso a calci una borsa nella sua area tecnica durante la partita contro il Southampoton.

Momentaneo più sette in campionato. Diego Costa che torna a fare doppietta, Hazard a livelli spaziali e un mare Blues di entusiasmo. Poi? Qualche polemica. Già, questo è il calcio: uno sport dove è impossibile stare tranquilli anche nei momenti più sereni. Vero, Conte?

Il Chelsea, Conte e... la Juventus

Antonio Conte
Antonio Conte, tutta la sua carica per trascinare il Chelsea in cima all'Inghilterra

"E se dovessi vincere la Premier, varrebbe più dei tre scudetti alla Juventus". Parte la 'conta' dei titoli. Valgono di più tre con la Juventus o uno col Chelsea dopo aver disegnato la rinascita Blues? Risposta: questa domanda è stupida. Non ha senso. E se lo dice Conte, c'è da credergli:

Io non mi sono mai posto quella domanda. E nessuno, soprattutto, ha mai paragonato questa eventuale vittoria a quelle della Juve. Da quando sono andato via c'è chi si diverte a infangarmi e a mettermi contro i tifosi della Juventus - ha detto Conte ai microfoni di Sky Sport -. Da quando sono al Chelsea ho sempre evitato di parlare di Juventus proprio per non dare spazio a polemiche eppure si riesce sempre a trovare il modo per mettermi in bocca frasi mai pronunciate da me. Non ho mai fatto paragoni e mai ne farò. Alla Juve ho scritto qualcosa di importante e unico, ma è vietato fare raffronti e paragoni.

Senza paura di alzare i toni. Conte è questo. Un uomo vero un allenatore che a Londra ha conquistato tutto il popolo Blues. Antonio è entrato nel cuore, grazie ai risultati e alla passione. Contro il Tottenham, nella semifinale di FA Cup, nel cielo di Wembley è volato un aereo con uno striscione in suo onore. E la storia è pronta a riscriversi: lì, a Stamford Bridge. Senza alcun paragone con la Juventus. 

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.