Nagelsmann, record di punti con l'Hoffenheim. E lo porta in Europa

Nagelsmann eguaglia il record di punti dell'Hoffenheim e porta il club per la prima volta in Europa. Da Wagner a Demirbay, ora fioccano pure le plusvalenze...

L'Hoffenheim arriva in Europa facendo record di punti in Bundesliga: merito di Nagelsmann

911 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Cosa ci si può aspettare da uno che, nel giorno dell’esordio, fa registrare un record storico in un campionato equilibrato e competitivo come la Bundesliga? Esatto, che si ripeta. In continuazione. E la carriera di Julian Nagelsmann, più giovane allenatore nella storia del campionato tedesco, è già piena di traguardi eccezionali.

Prendendo in considerazione i primi 5 campionati d’Europa, in questa stagione è stato lui l’allenatore che è riuscito a restare imbattuto più a lungo. La Juventus di Allegri ha perso prima, il Real Madrid campione d’Europa pure, così come Bayern Monaco, Chelsea e Barcellona. Tutti sono scivolati prima dell’Hoffenheim di Nagelsmann. La prima sconfitta è arrivata il 28 gennaio contro il Lipsia. Pazzesco per un club così piccolo e allenato da un 29enne.

Ma Nagelsmann non si ferma qui. Perché con il punto conquistato al 93’ sul campo del Colonia è arrivato a quota 55 in classifica. Tanti quanti nella stagione 2008-09, la migliore nella storia del club. Quell’anno però l’Hoffenheim finì il campionato con 55 punti. Ora di partite ne mancano ancora quattro: il record, per ora solo eguagliato, può facilmente esser battuto.

Vota anche tu!

Fa bene Nagelsmann a restare all'Hoffenheim?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Nagelsmann, l’uomo dei record: ora l’Hoffenheim è in Europa

La straordinaria stagione di Nagelsmann però non si riassume solo nel record di punti dell’Hoffenheim e nel lunghissimo periodo di imbattibilità. Il club tedesco, con il punto conquistato a Colonia, è infatti matematicamente in Europa. È la prima volta che ci arriva. E con 9 punti di vantaggio sull’Hertha quinto è perfino probabile che l’Hoffenheim arrivi a giocarsi i preliminari di Champions League.

Il principale artefice di tutto questo è evidentemente Nagelsmann. Non solo per il gioco che ha dato alla squadra, né per la sua mentalità offensiva. Semplicemente perché riesce a far rendere tutti al massimo. Sono già due i giocatori che, in vista della prossima stagione, lasceranno l’Hoffenheim per andare al Bayern Monaco. Süle e Rudy sono stati due pedine fortemente volute da Ancelotti. C’è poi Sandro Wagner, che a 29 anni è definitivamente esploso: 11 gol segnati in campionato e valore di mercato raddoppiato.

Negli ultimi giorni si è perfino parlato di lui in ottica Bayern Monaco. Potrebbe andare lì a fare il sostituto di Lewandowski. Più probabile decida di fare ancora il titolare nell’Hoffenheim. Ottima anche la stagione di Demirabay: 6 gol, compreso quello che ha mandato il club in Europa, e 9 assist. Impossibile attualmente prenderlo per meno di 10 milioni, benché sia arrivato all’Hoffenheim per 1,7 milioni. E poi c’è Zuber. Fondamentale per gli equilibri tattici della squadra. Con Nagelsmann è riuscito a farsi convocare per la prima volta in nazionale. Tutti giocatori che hanno moltiplicato il proprio valore di mercato. E il merito è solo di Nagelsmann. D’altronde cosa ci si può aspettare da un allenatore che, già all’esordio, ha fatto registrare un record storico?

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.