Il Manchester United vince con Ibrahimovic sulle spalle

Vittoria per 2-0 sul campo del Burnley: nel riscaldamento Rooney e compagni sono scesi in campo con i nomi di Zlatan e Rojo, ko contro l'Anderlecht, sulle maglie.

Ibrahimovic e Rojo sulle maglie da riscaldamento del Manchester United

427 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Una prova tangibile di affetto per due compagni di squadra ai quali la cattiva sorte ha sbarrato in anticipo i sogni di fine stagione, che a Manchester, sponda Red Devils, fanno rima con vittoria dell’Europa League e conquista del quarto posto in Premier League. Magliette per il riscaldamento recanti per tutti i nomi di Zlatan Ibrahimovic e Marcos Rojo: così nel riscaldamento che ha preceduto la partita sul campo del Burnley i calciatori dello United hanno mostrato oggi la loro vicinanza ai due calciatori, gravemente infortunatisi nella partita di Europa League giocata e vinta per 2-1 giovedì 20 aprile all’Old Trafford contro l’Anderlecht.

La partita contro la formazione belga aveva portato a José Mourinho due brutte notizie: il ko di Ibrahimovic, per il quale il club ha parlato di "significativa lesione ai legamenti del ginocchio destro” nel bollettino ufficiale, con annesso stop di 8/9 mesi e mancato rinnovo del contratto in scadenza a giugno, e l’altrettanto grave infortunio di Rojo, andato ko a metà del primo tempo dopo lo scontro con Chipciu. Il difensore ex Estudiantes e Sporting aveva provato a restare in campo, prima di dare forfait. Gli accertamenti medici hanno confermato anche per lui un serio infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, con ritorno in campo previsto nella prossima stagione.

Tegole per lo Special One, che ha già in infermeria i lungodegenti Juan Mata, Phil Jones e Chris Smalling. Così, prima della partita del Turf Moor, ecco l’omaggio a due calciatori che sin qui Mou aveva scelto sempre, o quasi, dal primo minuto nel suo Manchester United.

Ibrahimovic sulle spalle, il Manchester United vola con Martial e Rooney

Sul campo, poi, è stato tempo di dividersi il peso dell'assenza di Ibrahimovic: paradossalmente il forfait di Zlatan ha dimostrato di poter rappresentare un fattore di crescita per i compagni. Chiedere conferma ad Anthony Martial, che al 21' del primo tempo ha aperto i giochi battendo Heaton dopo uno scambio rapido con Herrera.

Per un'infermeria affollata in entrata, un sorriso in uscita. Il raddoppio dei Red Devils è stato firmato da Wayne Rooney, al rientro dopo tre settimane di assenza per un infortunio alla caviglia. Al 38' del primo tempo il numero 10 del Manchester United ha raccolto una respinta corta di Heaton su botta di Martial e ha messo a segno il definitivo 2-0.

La scelta del Manchester United ha ricordato a molti addetti ai lavori quanto fatto quattro mesi fa dal Manchester City: i Citizens erano scesi in campo nel dicembre 2016 prima della partita contro il Watford con il nome di Ilkay Gundogan - la cui stagione si era conclusa in anticipo per un serio infortunio al legamento crociato del ginocchio destro - sulle maglie da gioco. L’ex Borussia Dortmund, attraverso il proprio account Twitter, aveva apprezzato il gesto, ma allo stesso tempo avevaa ironizzato sull'iniziativa assicurando ai suoi fans di essere vivo.

Dicembre 2016, Manchester City in campo con il nome di Gundogan sulle maglieGetty Images
Manchester City-Watford, i Citizens in campo con il nome di Gundogan sulle maglie da gioco

Omaggi paralleli, che tornano di stretta attualità in un momento caldo della stagione: il City detiene infatti con 64 punti quel quarto posto che lo United insegue a una lunghezza di distanza a quattro turni dal termine della Premier League. E giovedì a Manchester sarà derby: allora sì che non ci sarà spazio per gli assenti. Anche se si chiamano Zlatan Ibrahimovic.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.