Formula 1, Roma sogna il suo GP. E nel 2018 arriva la Formula E

'Sì' del sindaco Raggi alle corse elettriche nella prossima stagione sulle strade dell'Eur. Rimane in piedi anche l'idea di un 'vero' Gran Premio nel 2020.

Formula 1, il sogno di un Gran Premio a Roma

189 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Un’idea che gira ormai da tempo tra le strade romane e che un giorno vedrà la luce. La Formula 1 a Roma è forse più vicina. L’apertura potrebbe arrivare dalla conferma che nella Capitale, nel 2018, si correrà il primo Gran Premio di Formula E, categoria speciale riservata a monoposto elettriche.

L’Assemblea Capitolina, in queste ore, ha votato la mozione che impegna il sindaco Virginia Raggi e gli assessori competenti a ‘adottare opportuni atti per svolgere l’evento sportivo denominato Formula E in data 28 aprile 2018, che si terrà con cadenza annuale per il triennio 2018-2020'.
Un ‘sì’ finalmente nella Roma dello sport dopo il parere negativo sulle Olimpiadi del 2024. E ora i tifosi sperano che venga ripresa anche quell’idea di portare la Formula 1 nella Città Eterna. Un evento imperdibile.
Formula 1, il sogno è un GP di Roma
Formula 1, si sogna il GP di Roma. Sopra un'immagine di una corsa di Formula E

Formula 1, nel futuro c’è Roma?

Andiamo passo per passo. L’idea del Gran Premio elettrico nasce dalla giunta Alemanno, ex sindaco di Roma primo a pensare alle corse all’ombra del Colosseo. Il discorso è stato poi ripreso dalla Giunta Raggi, favorevole alla filosofia dell’impatto zero e al divertimento che un Gran Premio possa regalare. Si dovrebbe correre tra le strade dell'Eur in un circuito lungo poco più di 4 chilometri. Creerà un indotto non indifferente, con svariati posti di lavoro e migliaia di turisti in più pronti a vedere le monoposto sfidarsi tra le curve che portano al Palazzo della Civiltà italiana. Insomma, un percorso cittadino non sullo stile di Monaco, fascinoso ma lento. Dunque sarà largo, veloce, emozionante. E durante l’attesa, quando ai box le vetture ricaricheranno le batterie, dalle tribune si potrà volgere lo sguardo a tanta bellezza che solo Roma può offrire.
Ora però si sogna in grande, con l’obiettivo di portare anche la Formula 1 nei prossimi anni. Già nel 2009 il Campidoglio ci provò, ma la risposta fu negativa. Bernie Ecclestone, ex patron del Circus, tuonava:
L’unica chance per un ottenere un Gran Premio a Roma è l’alternanza con Monza.
No a due gare in Italia. Quest’anno però il circuito brianzolo ha avuto diverse difficoltà nel siglare l’accordo con Bernie. Firma in extremis per i troppi soldi che oggi un Gran Premio costa. L’accordo alla fine c’è stato fino al 2019. Da lì, con la nuova proprietà Liberty Media, si potrebbero aprire nuovi scenari. Roma spera.

Sponsor d’eccezione

E chissà se il volto delle corse per le strade della Capitale non sia Francesco Totti. ‘Er Pupone’ a fine stagione lascerà il calcio giocato. E giusto ieri, tramite Twitter, ha espresso tutta la sua passione per la Formula 1. Con un piccolo sogno nel cassetto: provare una monoposto.
L’idea di marketing è già servita: giro inaugurale sul circuito di Roma. Più fattibile, forse, del calcio d’inizio nel nuovo stadio giallorosso.

Vota anche tu!

Formula 1, sei favorevole ad un GP di Roma?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect
 

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.