Parma-Ancona 0-2, che festa a Pozzuoli: questione di scommesse

Miracolo dell'Ancona o crollo del Parma? Nessuno dei due: perché la piaga del calcioscommesse torna in Lega Pro. E a Pozzuoli fanno festa: con una soffiata d'oro.

3593 condivisioni 2 commenti 5 stelle

di

Share

Il Venezia scappa. Inzaghi scala classifica e alfabeto e vede la lettera B: chiara e tonda. Il Parma invece, seconda forza del Gruppo B di Lega Pro, perde la testa. Brutto testa coda e tanto terreno da recuperare. Doveva essere così facile, non lo è stato. Colpa dell'ultima della classe, l'Ancona: pronostico ribaltato, tutti smentiti. Calma, è davvero così?

Chiaro, il Parma è secondo e l'Ancona ultimo: anche per quelli secondo cui la palla è quadrata è facile azzardare il nome della squadra favorita. E invece, tac: Frediani prima e Del Sante poi, Ancona in paradiso. Parma all'inferno e... napoletani a ritirare l'incasso.

Nessun errore. In compenso, però, pare ci sia qualcosa di strano. Puzza di bruciato o di calcioscommesse? Attenzione, il bello viene ora: perché quando l'Ancona ha segnato la rete del raddoppio, in pieno recupero del secondo tempo, a Pozzuoli c'è stato un boato assordante. "Ok, sarà una colonia di marchigiani con residenza in Campania", o forse no: anzi, no.

Il Venezia batte il parma: impresa o scommessa?

Cifre grosse. Urla di festa. Poco importa la fede: dritti in cassa. Vincite intorno ai 100mila a 225mila euro a testa. Tutto merito dello strapotere dell'Ancona, oppure del colpo di genio degli appassionati. Secondo Il Mattino, però, c'è dell'altro:

È arrivata una soffiata, ci avevano avvisato già

Ammette il titolare di un circolo ricreativo di via Negri, a ridosso di un Caf, che chiede comunque di preservare l'anonimato:

Si sapeva già tutto da giorni - racconta -. C'è un ragazzo che conosco di Arco Felice che ha puntato mercoledì scorso 850 euro sul risultato secco e ha vinto 85mila euro, mentre i 30 condomini di un intero palazzo hanno giocato a colpo sicuro 100 euro a testa e hanno vinto 30mila euro. Nel rione non si parlava d'altro racconta qualcuno ha convinto tutti

Giovani, donne e pensionati. Quest'ultimi si sono giocati metà del loro assegno mensile sull'Ancona. Davvero troppo facile, anche per loro. Sono andati a colpo sicuro. Come quelli di un ristoratore  tra Quarto e Pozzuoli, che ha giocato 20 schedine singole: ciascuna da mille euro e ha portato a casa 220mila euro. Via così. Questione di preveggenza, del tipo? C'è chi, addirittura, ha indovinato pure il minuto esatto del gol: al 92esimo con un tiro di Del Sante.

Parma-AnconaLaPresse
Il gol di Del Sante dello 0-2: festa a Pozzuoli

Al momento nessuna inchiesta e indagine è in corso. Tutto nella norma, per ora. In attesa di indovinare il Nostradamus della situazione. Il tutto in un quartiere dove la camorra, per anni, ha gestito i videopoker e il giro di scommesse illegali. Ok, e le quote? Impossibili: sui listoni Bwin, Betclic, 888 Sport - per esempio -  il 2 a 0 dell'Ancona, ultima in classifica con una sola vittoria in trasferta su 16 partite e reduce da 5 ko consecutivi, era quotata tra 65 e 110 volte la cifra della singola puntata. Intanto il Venezia di Inzaghi scappa e vede la B: chiara e tonda, come la soffiata di Pozzuoli.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.