Manipolò Sudafrica-Senegal: la FIFA radia l'arbitro Lamptey

Il fischietto ghanese aveva concesso un rigore inesistente ai Bafana Bafana sul punteggio di 0-0: sanzionato dalla Commissione Disciplinare.

La FIFA radia l'arbitro ghanese L'arbitro ghanese Joseph Odartei Lamptey

293 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Radiato per aver manipolato illecitamente il risultato di una partita valevole per le qualificazioni alla Coppa del Mondo 2018: la Commissione Disciplinare della FIFA ha deciso di squalificare a vita da ogni tipo di attività legata al calcio a livello nazionale e internazionale l’arbitro Joseph Odartei Lamptey. La decisione è stata presa dopo aver accertato la violazione dell’articolo 69, paragrafo 1, da parte del fischietto ghanese durante la partita tra Sudafrica e Senegal, disputata il 12 novembre 2016 e terminata con il punteggio di 2-1 per i padroni di casa.

L’episodio sotto accusa si era verificato al 41’ del primo tempo: sul punteggio di 0-0, il senegalese Kalidou Koulibaly, una delle stelle della Nazionale dei Leoni di Teranga, aveva respinto con il ginocchio sinistro il tentativo aereo di un avversario. Per Lamptey nessun dubbio: calcio di rigore nonostante le proteste del difensore di proprietà del Napoli e dei suoi compagni di squadra. Thulani Hlatshwayo aveva poi portato in vantaggio i Bafana Bafana dal dischetto e Thulani Serero aveva raddoppiato. Inutile il gollonzo finale di Cheikh N’Doye per il Senegal, arrivato a 15 minuti dal termine dell’incontro: grazie al 2-1 finale il Sudafrica aveva sorpassato il Senegal al primo posto del girone D con 4 punti.

All’epoca dei fatti la FIFA non aveva rilasciato commenti sul caso: oggi, a quattro mesi di distanza dalla partita incriminata e con una Coppa d'Africa (dove il Senegal è stato fermato nei quarti di finale) disputata nel mezzo, i filmati hanno dimostrato che il tocco proibito non c’era stato e Lamptey è risultato colpevole di combine. Ora l'arbitro ghanese avrà due vie per tutelare la propria immagine: ricorrere in appello presso la Fifa e poi, eventualmente, rivolgersi al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna.

Lamptey radiato, scagionato l’assistente Lartey Laryea

Il paragrafo 1 dell’articolo 69 della FIFA è riferito al tentativo di influenzare illegalmente il risultato di una partita. La Federazione Internazionale del gioco del calcio lo ha precisato in una nota ufficiale:

FIFA segue una politica di tolleranza zero e si impegna a proteggere l'integrità del calcio. Di conseguenza, la FIFA continuerà con i suoi sforzi per combattere la manipolazione degli incontri di calcio attraverso una serie di iniziative, tra cui il monitoraggio delle scommesse internazionali e un sistema di segnalazione confidenziale.

Se per Lamptey le porte del calcio si chiudono qui, c’è invece uno dei componenti della sestina arbitrale di quella partita giocata il 12 novembre 2016 che ha un motivo per sorridere: si tratta di David Lionheart Nii Lartey Laryea, assistente arbitrale il cui comportamento era stato oggetto di indagini da parte della Commissione disciplinare della FIFA. Accuse non provate, come la nota ufficiale conferma:

Sono state respinte tutte le accuse a carico dell’assistente arbitrale David Lionheart Nii Lartey Laryea, il cui comportamento era stato anche oggetto di indagini, rigettate dalla Commissione disciplinare della FIFA.

Un solo interrogativo resta a questo punto pendente: il match Sudafrica-Senegal sarà ripetuto o meno? Ad attendere risposta le due nazionali, oggi rispettivamente seconda e terza nel girone C completato dalla capolista Costa d’Avorio e dal Mali.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.