Championship, espulso per una simulazione... dell'arbitro!

Durante il match tra Sheffield Wednesday e Blackburn l'arbitro ha simulato di perdere l'equilibrio dopo il tocco di un giocatore. E poi ha estratto il cartellino rosso.

L'espulsione dell'arbitro Scott Duncan

200 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Le polemiche che circondano l'operato arbitrale sono parte di questo sport, che sia per un fuorigioco non segnalato o per un rigore inesistente ma puntualmente concesso. Poche volte, o forse mai, si era visto invece il rovescio della medaglia, ovvero l'espulsione di un giocatore per... la simulazione dell'arbitro.

Accade tutto in Championship dove Scott Duncan, arbitro del match del turno infrasettimanale tra Sheffield Wednesday e Blackburn Rovers, ha espulso il centrocampista della squadra ospite, Hope Akpan, per una leggera spinta. Il direttore di gara, dopo aver annullato un gol, si è visto accerchiato da giocatori del Blackburn intenti a protestare contro la decisione e dopo essere stato toccato dal giocatore nigeriano, ha accentuato esageratamente il contatto, simulando di perdere l'equilibro, qualche istante prima di estrarre il cartellino rosso.

A norma di regolamento l'espulsione è sacrosanta, ma il gesto, per quanto non così eclatante, potrebbe costare all'arbitro una sanzione da parte della federazione. Cartellino rosso che seppur arrivato all'86° minuto, ha negato ai Rovers la possibilità di rimontare lo svantaggio di 2-1 patito nel corso della partita, obbligandoli alla 16^ sconfitta stagionale e al 23° posto in classifica a quota 29 punti, in piena zona retrocessione. 

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.